Dopo la disfatta dello scorso anno a Silverstone dove la gara di Motogp non si è corsa a causa della pioggia battente e dell'asfalto non sufficientemente drenante e quindi pericoloso, quest'anno gli organizzatori del circuito inglese avevano assicurato il totale rifascimento dell'asfalto e così è stato.
I lavori sono terminati circa un mese fa, peccato però che già dopo la gara di Formula 1 che si è corsa a Silverstone questo weekend, i piloti abbiano espresso il loro disappunto su alcune parti del circuito dicendo chiaramente che ai “colleghi” della motogp, una pista del genere non andrà di certo bene.

“SCATENERANNO UNA GRAN CONFUSIONE” - A parlare a Crash.net è stato Daniel Ricciardo che ha commentato:”l'asfalto è ancora molto accidentato in alcune zone. Non penso che ai ragazzi della motogp piacerà la curva 6. Scateneranno una gran confusione. Il resto sembra abbastanza decente.”
Anche Lewis Hamilton non è del tutto convinto dei lavori fatti:”il nuovo asfalto – dice - è migliore sui rettilinei, specialmente tra la curva 4 e la curva 6, dove prima era piuttosto brutto, ma è ancora accidentato all'uscita della curva 7 e verso la Copse, ma dopo è bello e scorrevole attraverso la Maggotts e la Becketts."
Anche il compagno di squadra Valterri Bottas commenta, anche se con più ottimismo:”la pista è meno accidentata rispetto all'anno scorso, il che è bello, hanno fatto un buon lavoro sull'asfalto ed è stato molto divertente guidare.”
C'è anche un “ma”:”nel nuovo asfalto – conclude - c'è abbastanza grip, ma a volte si può perdere l'aderenza in modo molto improvviso.”

NESSUN TEST - Non resta quindi che attendere 23 agosto quando, senza prima aver fatto nessun test, i piloti del motomondiale scenderanno in pista a Silverstone per il weekend di gara.
Sarà vero che il nuovo asfalto è “tre volte più durevole e dieci volte più forte” come hanno assicurato gli organizzatori?
Quello che c'è da augurarsi, prima di tutto, è che non piova, per il resto staremo a vedere come andrà.