Dopo Andrea Dovizioso, anche Franco Morbidelli ha avuto la possibilità di guidare una vettura DTM: il pilota romano naturalizzato pesarese ha girato sulla pista di Assen al volante di una BMW M4, supportato dal pilota professionista del campionato tedesco Bruno Spengler. Per il momento, però, per Morbidelli si è trattato solo di un test.

Il sorriso sul volto di Franco Morbidelli quando ha finito il primo test DTM della sua vita faceva capire l’elevato grado di soddisfazione e di divertimento. Del resto la BMW M4 DTM è una belva da ben 610 cavalli.  

Tutto è nato alla fine del mese scorso, quando il portacolori della Petronas Yamaha, sotto la guida esperta del professionista DTM Bruno Spengler, è stato autorizzato a girare sulla BMW sul circuito TT di Assen, dove la serie di vetture da turismo disputerà il nono e il decimo round di questa stagione.

MORBIDELLI CONCENTRATO - Il giro nella BMW M4 DTM è iniziato sul sedile del passeggero. Il ventiquattrenne campione del mondo della Moto2 ha fatto due giri da passeggero - lasciando una buona impressione a Spengler.

"Come passeggero, è stato incredibile perché mi ha chiesto solo di sapere in che marcia eravamo e basta. Ha cercato subito analizzare tutto ", ha detto il professionista delle quattro ruote a Speedweek.com.

"So che sul sedile del passeggero è difficile perché non puoi vedere nulla in una macchina DTM. Poi ci siamo scambiati di posizione, e dal sedile del passeggero è molto più spaventoso di quando guidi", ha detto Spengler. "Gli ho dato alcuni consigli e lui si è adattato immediatamente. Era molto concentrato e non ha solo cercato di dare il massimo. Sentiva come si comportava la macchina ed è stato divertente sedere accanto a lui ", disse felicemente.

MACCHINE INCREDIBILI - “Sul sedile del passeggero è stato davvero spaventoso!” ha detto Morbidelli. “Ma quando sono passato dalla parte del guidatore, è stato fantastico. Il carico aerodinamico, tutti i dettagli e il livello sono sorprendenti… E' stato impressionante. Queste macchine sono incredibili. Le ho sempre viste in TV e non avrei mai pensato di poterne guidare una nella mia vita. E' stata una grande esperienza”.

Morbidelli non ha escluso un'apparizione come ospite in una gara DTM: “Ho sentito che Vale vorrebbe correre e, naturalmente, mi piacerebbe farlo. Se vado meglio in macchina, potrebbe funzionare in futuro”, ha concluso Morbidelli.