“Non riusciamo ancora a metabolizzare quanto successo, ci sembra impossibile. Era un ragazzo fantastico e un grande professionista", sono le parole di Paolo Ciabatti, Direttore Sportivo di Ducati Corse a proposito di Luca Semprini, addetto stampa Ducati che da quest’anno militava al fianco di Danilo Petrucci. Luca se n’è andato improvvisamente la notte fra mercoledì 31 luglio e giovedì 1° agosto, alla vigilia del GP di Brno (leggi qui) e domani – giovedì 8 agosto – si svolgeranno le esequie.

CIABATTI: UN GRANDE PROFESSIONISTA - “Schivo, con un carattere particolare, Luca era un ragazzo fantastico e un grande professionista, con una cultura tra l'altro vastissima: era capace di parlare di tutto, non solo di moto, che erano la sua grande passione", ha aggiunto Paolo Ciabatti.

"E' stato il primo che ho abbracciato al parco chiuso dopo la vittoria al Mugello, mi piace ricordarlo con quell'espressione", ha detto Danilo Petrucci, che dopo aver appreso la notizia della morte di Luca aveva pensato di non correre più il GP di Brno.

“Il mio primo istinto è stato quello di andare via. Quando accadono queste cose, capisci come le corse di moto siano marginali rispetto alla vita. Luca era troppo buono per stare qui dentro, è terribile come se ne sia andato”, ha aggiunto Petrucci, che poi ha scelto di rendere omaggio a Semprini con un adesivo nel box con il volto dell'addetto stampa, accompagnato dalla scritta “Ciao Luca”.

A Luca Semprini Andrea Dovizioso ha dedicato il podio colto a Brno.

Giovedì 8 agosto l’ultimo saluto a Luca Semprini. L’appuntamento è alla Chiesa di Santa Maria della Misericordia in piazza di Porta Castiglione a Bologna, alle 15.00 del pomeriggio.