La Motogp riparte dall'Austria con Marc Marquez che cercherà la settima vittoria stagionale su un circuito dove non ha mai vinto.
Spielberg è infatti casa delle Ducati dove dal 2016 hanno sempre trionfato.
Lo spagnolo però è deciso a fare bene e, in una stagione che lo sta vedendo così al top, sarebbe la ciliegina sulla torta vincere anche su un tracciato che fino ad oggi non lo ha visto mai sul gradino più alto.

DA BRNO A SPIELBERG - Intanto però è tempo di parlare dei test che ci sono stati a Brno: “i test sono andati abbastanza bene, - dice Marquezsono state giornate positive, c'è stata un po' di confusione ma ho provato le cose importanti.”
“Adesso guardiamo al Red Bull Ring, - prosegue - un tracciato che mi piace,non c'ho mai vinto e cercheremo di essere pronti questo weekend per lottare per la vittoria. Anche Yamaha e Suzuki potrebbero essere forti oltre ovviamente alle Ducati.”
A Brno il numero 93 della Honda ha conquistato la 50esima vittoria della sua carriera, che lo ha proiettato tra i grandi big del motociclismo:”alla fine i campionati sono più importanti delle statistiche – dice - ma se hai buone statistiche vuole dire che stai lavorando bene. Vedere il mio nome tra queste leggende è bello ma voglio rimanere concentrato.”

SU LORENZO – Le domande sull'ipotetico futuro di Lorenzo in Ducati non sono mancate neppure per Marquez che pensa che il suo compagno di team non cambierà bandiera ma resterà in Honda:”io so che Jorge ha un altro anno di contratto con la Honda, è un campione ed essendo un campione con una moto da campioni, deve tornare e mostrare il suo talento con questa moto. Il suo ego da campione lo porterà a dimostrarlo. È un pilota che quando accetta una sfida la porta fino in fondo.”

“ME LE MERITO” - Infine, per allentare la tensione della conferenza stampa, è arrivata qualche domanda curiosa da parte dei tifosi. A Marquez è stato chiesto cosa mangia a cena dopo una gara: “ordino una pizza - conclude - perchè mi piace ed è qualcosa che sento di meritare, magari anche con un gelato al cioccolato.”