Il circuito di Misano è davvero speciale per Aprilia, che vi è legata d aun ricordo indelebile: era il 30 agosto 1987 quando Loris Reggiani entrava nella storia di Aprilia trionfando nella classe 250 e dando il via a una straordinaria sequenza di vittorie: 294 trionfi nelle classi 125 e 250c.

I piloti Aprilia MotoGP Andrea Iannone e Aleix Espargarò hanno avuto modo di preparare il GP durante due giorni di test collettivi: sono state giornate importanti sia per lo sviluppo del prototipo 2020 sia per definire una base di partenza dalla quale iniziare il lavoro del weekend di gara.

LA GARA DI CASA - Trattandosi della seconda tappa italiana, Aprilia gioca in casa e conta sull’affetto e sul supporto delle migliaia di tifosi in arrivo a Misano.  

“Arriviamo qui dopo due giorni di test e questo è sempre un fatto positivo, perché ci permette di partire da una base”, dice Andrea Iannone. “E’ vero che tutte le gare sono ugualmente importanti, ma per un pilota italiano su una moto italiana le tappe di casa aggiungono sempre qualcosa di speciale. Continueremo a lavorare, Silverstone è stata una buona gara ma dobbiamo comunque ridurre il gap”.

La stagione finora è stata avara di risultati per Andrea Iannone, che attualmente è sedicesimo in classifica generale. Il suo miglior risultato è stato il decimo posto, che ha raggiunto due volte, in Olanda e a Silverstone, ma finora il pilota di Vasto ha conquistato soltanto 27 punti. Leggermente meglio ha fatto il suo compagno di squadra Aleix Espargarò, a quota 33 punti, e con un nono posto come miglior risultato, in Argentina. Nel mirino di Iannone c’è sicuramente il compagno di squadra, ma anche il connazionale Francesco Bagnaia, che lo precede di sole due lunghezze.