Johann Zarco avrebbe dovuto lasciare il team KTM Factory alla fine della stagione, invece la separazione è avvenuta prima del previsto. Il francese rimarrà sotto contratto con KTM fino al termine della stagione, ma già dalla prossima gara sulla sua moto ci sarà Mika Kallio.

Il finlandese, che ha guidato la KTM al suo debutto in MotoGP a Valencia nel 2016 e ha contribuito fortemente allo sviluppo fin dalle prime fasi di test dell'RC16 - ha già disputato sette gare come wild card dal 2016 al 2019.

Con due piazzamenti in top-ten in MotoGP e un totale di 16 vittorie e 49 podi nei Gran Premi nelle classi minori, Mika Kallio punta dunque ad offrire nuovo slancio agli sforzi di KTM nella classe regina sia per il resto del 2019 sia in vista della RC16 2020 .

PENSANDO AL FUTURO - "Dobbiamo prendere le decisioni in modo di assicurarci di utilizzare le nostre risorse nel miglior modo possibile e la nostra struttura MotoGP ha preso una direzione positiva”, ha detto Pit Beirer, direttore di KTM Motorsport. “Crediamo fermamente che Mika possa aiutarci in questa fase grazie in base alle sue conoscenze e al suo background. È fondamentale verificare i risultati dei nostri test in condizioni di gara reali per iniziare la nostra stagione 2020 nella posizione migliore.

"Mika ha dimostrato la sua abilità sulla RC16 e siamo felici che si unirà nuovamente al nostro schieramento come pilota”, aggiunge Beirer. “Non c'è dubbio che ci concentreremo su una nuova configurazione mentre lotteremo per ottenere punti nelle ultime gare del campionato. Allo stesso tempo vogliamo esprimere gratitudine a Johann (Zerco, ndr) per i suoi sforzi da quando ha aderito al nostro ambizioso progetto nel novembre dello scorso anno. Ora dobbiamo pensare al futuro e fare questo passo di conseguenza. KTM continuerà a supportarlo fino alla scadenza del nostro contratto alla fine del 2019 e gli auguriamo davvero tutto il meglio per il suo futuro”, conclude il direttore di KTM Motorsport.