E' stata una conferenza stampa particolare, quella per la famiglia Marquez che si è tenuta ad Aragon, circuito dove da domani mattina i piloti scenderanno in pista per le prove libere.
Marc e Alex hanno parlato del circuito, ma anche del campionato che, al momento, li vede entrambi leader in due categorie diverse.

“NON MI RISPARMIERO'” - “Il mio obiettivo – spiega il “veterano” dei due fratelli - è arrivare in cima al podio o comunque essere sul podio. L'ultimo weekend è stato ottimo ma è stata anche dura battere Quartararo, ma ce l'abbiamo fatta guadagnando altri punti per il campionato. Quindi, è il momento di buttarsi a capofitto in ogni gara, qui ad Aragon il circuito mi piace tanto ma non sarà semplice, noi daremo il massimo.”
E se il meteo sarà brutto, cosa farà Marquez, magari si risparmierà qualche rischio? “No, - prosegue - perchè ho tanto vantaggio, se succede qualcosa pace l'obiettivo è finire bene la gara. Cercheremo di andare a podio indipendentemente dal meteo.”
Infatti, anche se Marc conduce la classifica con 93 punti di vantaggio sugli avversari il suo obiettivo è molto chiaro:” l'obiettivo è lo stesso – prosegue - cercare di essere davanti fino a fine stagione, è l'obiettivo che abbiamo fin dalla prima gara quindi la stessa mentalità di spingere al massimo in gara e nelle libere, non importa dove giriamo l'obiettivo è sempre la vittoria.”

LA PAROLA AD ALEX - Poi è stata la volta del fratello Alex:”sono abbastanza soddisfatto di come è andata a Misano – dice - pensavo di essere più vicino ai primi ma le cose non sono stati semplici in gara. Le prossime potrebbero essere gare migliori e abbiamo cercato di migliorare costantemente, so che dobbiamo cercare di spingere, dobbiamo dare il massimo e cercare di fare sempre il massimo dei punti possibili.”
A tutti i piloti viene chiesto infine quale è il personaggio sportivo con il quale gli piacerebbe allenarsi.
Marc Marquez parla del tennista Nadal, Andrea Dovizioso di Tony Cairoli, e per Alex Marquez? “Io ho in casa un alieno – scherza sul fratello – quindi chi potrei volere di più?”