Si sono aperte nel peggiore dei modi le prove libere 1 di Marc Marquez a Buriram. Se il pilota Honda nella prima parte delle Fp1 è riuscito a rimanere in testa alla classifica, rientrato quasi a fine turno con gomma morbida nuova è stato artefice di un bruttissimo highside alla curva 7 che lo ha fatto rovinare a terra e restare per diverso tempo dolorante nella ghiaia.
Dopo gli accertamenti e la visita in ospedale il pilota è però tornato in circuito ed è stato dichiarato “fit”.

LA DINAMICA - Non ci voleva proprio l'incidente di questa mattina in Thailandia per l'alfiere numero 93 del team Honda che in questo weekend potrebbe giocarsi il titolo iridato. Ancora da capire le dinamiche dell'incidente che stanno tenendo banco nel paddock della motogp.
Quello che è certo, è che la caduta è stata davvero molto brutta con la moto andata distrutta e la gomma dietro che, come si vede visibilmente dalle immagini video, si è separata del tutto dal cerchio.
Dinamiche dell'incidente a parte, la cosa più importante è che Marquez stia bene, nonostante la paura iniziale.

LE CONDIZIONI DEL PILOTA - Lo spagnolo infatti dopo la caduta è rimasto a lungo nella ghiaia e ci sono voluti i soccorritori per aiutarlo a rialzarsi ed accompagnarlo fino a bordo pista.
Subito si è parlato di una contusione lombare e alla tibia sinistra tanto che Marquez zoppicava visibilmente. Dopo gli accertamenti, prima alla clinica mobile e poi all'ospedale di Buriram dove è stato portato in barella, i medici hanno dato l'ok per il suo rientro in pista dalle Fp2. La risonanza fatta in ospedale, quindi, ha escluso ogni possibile frattura.

"L'IMPORTANTE E' IL PILOTA" - A parlare delle condizioni di Marquez è il suo team manager Alberto Puig:”siamo andati a fare una risonanza magnetica all'ospedale di Buriram ed è stata negativa. E' stato fortunato perchè è stata una caduta molto forte ma alla fine tutto ok. L'incidente è stato un errore, probabilmente la gomma era sporca e questo forse ha creato il problema. Quando succeddono queste cose, l'unica cosa che devi guardare è se il pilota si è fatto male o no.”