Le prove libere della prima giornata del weekend di Buriram hanno fatto emergere un dato molto importante, ovvero che le Yamaha, qui, riescono ad andare davvero forte. E le prime cinque posizioni occupate dai quattro piloti Yamaha ne sono la conferma.
Con il best time di Fabio Quartararo (team Petronas Yamaha) in 1:30.404 che ha fatto da apripista su tutti.

YAMAHA C'E' - E' stata una prima giornata da “pollice in su” quella per la Casa di Iwata che sicuramente può dirsi più che soddisfatta di come si stanno comportando i suoi piloti, e anche l'M1.
Con il miglior tempo del francesino Quartararo che continua ad essere il più veloce in pista, come sta dimostrando già tempo almeno sul giro veloce, il team satellite Yamaha ancora una volta ha mostrato il suo grande impegno avvalorato, in questo caso, anche dalla terza posizione di Franco Morbidelli.
La seconda piazza, invece, è andata a prendersela il pilota ufficiale Yamaha Maverick Vinales, lasciando il suo compagno di team Valentino Rossi in quinta posizione intervallato solo dal quarto posto di Jack Miller.
La Yamaha quindi c'è e il buon inizio di oggi apre un altro capitolo in blu su questo circuito dove già lo scorso anno aveva dimostrato di essere davvero competitiva.

GLI AVVERSARI - A Buriram, però, a tenere banco è stata anche la spaventosa caduta avvenuta nelle Fp1 da parte del pilota Honda Marc Marquez che, fortunatamente, ne è uscito soltanto con qualche “acciacco” ma senza nessuna frattura come all'inizio sembrava.
Per lui, che rientrato in pista nelle Fp2 ha martellato con costanza di giri veloci, la classifica si è chiusa con la sesta posizione, ma come sempre c'è da dire che lo spagnolo non ha provato il time attack continuando a lavorare per tutti i minuti a disposizione sul passo gara.
La top ten della classifica è proseguita con il settimo tempo di Aleix Espargarò che in sella all'Aprilia sta dimostrando di fare un ottimo lavoro.
A rimanere un po' indietro, in questa prima giornata, sono state le Ducati (ad eccezione di Jack Miller) con Andrea Dovizioso arrivato soltanto ottavo e Danilo Petrucci che non è riuscito a centrare la top ten arrivando undicesimo.
Bene invece le due Suzuki di Joan Mir e Alex Rins che invece si sono presi rispettivamente nona e decima posizione.

La classifica

Fabio Quartararo 1:30.404
Maverick Vinales 1:30.597
Franco Morbidelli 1:30.625
Jack Miller 1:30.698
Valentino Rossi 1:30.733
Marc Marquez 1:30.891
Aleix Espargarò 1:31.007
Andrea Dovizioso 1:31.027
Joan Mir 1:31.086
Alex Rins 1:31.094