Un cambiamento che fa rumore nel circus della MotoGP. Dopo cinque anni Valentino Rossi ha annunciato la fine della collaborazione con il suo capotecnico Silvano Galbusera, che a sua volta aveva sostituito Jeremy Burgess, l'uomo dei 9 titoli mondiali del Dottore. Come ha spiegato Valentino in conferenza stampa, alla base della scelta ci sono motivazioni personali. Galbuserà rimarrà in Yamaha con un altro tipo di collaborazione, che riguarderà principalmente il test team europeo.

LA SCHEDA - Per il 2020, che potrebbe essere il suo ultimo anno in MotoGP, Valentino Rossi ha scelto come David Munoz, giovane capotecnico di Niccolò Bulega in Moto2 n questo momento, ma già collaboratore di Pecco Bagnaia nella scorsa stagione, quando vinse il titolo. Capace, competente, freddo. Così Rossi lo ha descritto. Un rischio che Valentino ha deciso di correre, puntando su un profilo giovane e con idee innovative, che però non ha mai lavorato nella top class. David Munoz Torras ha 41 anni, non ha profili social ufficiali, è catalano, di lui ci sono poche interviste del passato. Nonostante la giovane età è tuttavia una tecnico con molta esperienza: in passato ha lavorato con il team di Sito Pons, ed è stato meccanico di Pablo Nieto, Maverick Vinales e Alex Rins.