Con il titolo mondiale del suo compagno di team Marc Marquez, Jorge Lorenzo non può che leccarsi le ferite di una stagione che non solo non lo ha visto protagonista in sella alla Honda, ma anzi tra infortuni e il mancato adattamento alla RC213V si può dire che sia stato uno dei suoi campionati peggiori dal suo arrivo in motogp.
Tanti sono stati i problemi registrati dal maiorchino sulla Honda e tante anche le polemiche che lo hanno visto protagonista, nonostante Lorenzo continui a metterci il massimo impegno nel lavoro che sta portando avanti al box HRC.

“SITUAZIONE PREOCCUPANTE” - E adesso, come se le chiacchiere non fossero sufficienti, arriva anche il “giudizio” del tester Honda Stefan Bradl su quella che è stata la stagione del numero 99 e sulla gara di Buriram dove Lorenzo ha concluso in diciottesima posizione a quasi 55 secondi da Marc Marquez: peggio di così, cadute a parte, non era mai andata.
“I risultati parlano chiaro e dicono che la situazione è preoccupante. – dice Bradl in un'intervista a Servus TV e riportata da Speedweek.com - Ho osservato da vicino la situazione ad Aragon. Ad esempio, ero lì venerdì per il suo debriefing tecnico e mi dispiace per lui perché sta combattendo una battaglia persa.”

AGGRAVANTE MARQUEZ - Per Bradl, in più, ci sarebbe un'altra aggravante:”non sa da dove cominciare con la moto, inoltre, ha un compagno di squadra come Marc Márquez accanto a lui nel box, che lo logora mentalmente. Quale è il problema? Lorenzo ora come ora non ha fiducia nella moto. Allo stesso tempo Marc riesce a fare quello che vuole con la stessa moto. In più, ci sono da aggiungere gli infortuni che ha avuto Jorge. In questo momento non riesce ad uscire da questo mulinello, è estremamente difficile per lui uscirne.”