Le condizioni meteo peggiorano già all'inizio del primo turno di prove libere della Moto2, che infatti sarà bersagliato da un violento acquazzone. Il primo miglior crono appartiene a Tom Luthi. L’elvetico, pilota del Team Garage Plus e recente vincitore in Australia e ora avversario pericoloso per Johann Zarco nella sfida per il titolo, è leader per molti passaggi e il suo tempo in 2:10.121 resterà il miglior crono della mattina anche per via della pioggia. Dietro a Luthi si piazzano Marcel Schrotten del team AGR e Marc Marquez, Estrella Galicia 0,0 Marc VDS.

Assente Dominique Aegerter, al suo posto nel team Carxpert corre Iker Lacuona, diciassettenne esordiente in 600cc. Al suo secondo GP anche Alessandro Nocco, con il team Leopard.

Il campione del mondo nonché leader della classifica Johann Zarco,  finirà la sua prima sessione arretrato al 23esimo posto, protagonista di un incidente con Sam Lowes. Il britannico cade alla curva 14, torna in pista e si scontra con Zarco scivolato nello stesso punto ma qualche metro prima.

La FP1 è sospesa da bandiera rossa per alcuni minuti e i commissari dovranno pulire la pista. Poi, dopo lo stop un nubifragio si abbatte sul circuito e i tempi si fermano a 25 minuti dalla fine nonostante i team provino il cambio di assetto. I tempi sul bagnato saranno più alti e resteranno come migliori quelli delle fasi iniziali.

Alex Rins, terzo in classifica iridata, segnerà solo il tredicesimo tempo.

Il migliore degli italiani è Mattia Pasini , autore del sesto crono seguito da Lorenzo Baldassarri, mentre il compagno di scuderia Luca Marini chiude quattordicesimo davanti a Simone Corsi. Franco Morbidelli concluderà la sua FP1 oltre la ventesima posizione.

I tempi della prima sessione di libere della Moto2 sono qui.