Francesco Bagnaia e Stefano Manzi hanno debuttato in Moto2 nei test di Jerez  con lo Sky Team VR46.  Al termine della due giorni andalusa, Bagnaia è stato il miglio rookie in pista con il tempo di 1:43.151 che gli è valso il nono posto generale mentre per Manzi un buon inizio e un buon primo contatto con la 600cc.

Entrambi i piloti hanno iniziato a prendere confidenza con la loro Kalex. 'Pecco', che la prossima stagione correrà con il numero 42, a fine giornata era solo a otto decimi di secondo dal miglior tempo con 105 giri a referto. Manzi, che nel 2017 avrà il numero 62, con il compagno di box sarà in pista per altri test la settimana prossima al Ricardo Tormo di Valencia.

“Sono contento di questo debutto e della nuova squadra: abbiamo iniziato con il piede giusto e il secondo giorno sono stato in grado di essere veloce subito. Ho trovato un buon ritmo e sarà molto utile per la gara”, ha commentato Francesco Bagnaia.

“Un inizio positivo: la moto mi piace e anche l'atmosfera nella squadra è grande. Sono soddisfatto", dice Stefano Manzi. "Ho fatto una sessantina di giri e non vedo l'ora di continuare il lavoro a Valencia. Non siamo lontani dai migliori e possiamo migliorare”.

In pista anche Andrea Migno, che domenica nell’ultimo GP della stagione è arrivato a podio. Il romagnolo ha girato come unico pilota dello Sky Team VR46 Moto3 vista la defezioni di Nicolò Bulega, tornato in Italia per recuperare pienamente dopo l’infortunio alla spalla.

“Bello essere di nuovo in pista dopo il podio per testare la nuova KTM", commenta Andrea Migno. "Ci sono ancora un sacco di cose da fare ma sono contento. Sono riuscito ad avvicinarmi ai più forti e sono molto fiducioso per la prossima stagione”.