Giornata caratterizzata da tantissime cadute quella della Moto2 che a Motegi è scesa in pista con asfalto bagnato. Diverse cadute ci sono state anche nelle altre categorie, ma non quante nella classe di mezzo che solo nelle fp2 ha fatto l'amplein con un numero a due cifre.
Dieci in tutto: Ryo Mizuno dopo pochi minuti dal via, due cadute per Locatelli, una per Thomas Luthi, a 8 minuti dalla fine è toccato a Jorge Navarro e Simeon, poi ancora una seconda caduta per Fernandez, per Lecuona e chiusura  con Luca Marini.
Colpa dell'asfalto troppo scivoloso subito dopo che la pioggia aveva smesso di cadere? Ci può stare, ma sicuramente anche la poca scelta delle gomme a disposizione dei piloti non ha aiutato.

TEMPI COMBINATI DELLA PRIMA GIORNATA DI PROVE – Se Alex Marquez era partito velocissimo nelle Fp1, si è dovuto arrendere nel secondo turno di prove a Thomas Luthi. I due sono stati i più veloci della giornata nelle due sessioni, ma lo svizzero della CarXpert Interwetten è riuscito a strappare la prima posizione con un tempo di 2:05.282. Lo ha seguito lo spagnolo Alex Marquez del team Estrella Galicia Marc Vds staccato a meno di due decimi, terzo Miguel Oliveira Red Bull KTM Ajo in 2:05.807.
Alle sue spalle Syahrin, quinto è arrivato Franco Morbidelli (Estrella Galicia Marcv Vds) che subito all'inizio del secondo turno ha avuto problemi di setting alla moto ed è dovuto rimanere fermo ai box. Il portacolori del team Tasca Racing Simeon si è aggiudicato la sesta posizione in 2:06.228, settimo Francesco Bagnaia (Sky Racing team Vr46) in 2:06.426, ottavo Sandro Cortese in 2:06.641. Chiudono la classifica dei primi dieci Dominique Aegeter in 2:06.654 e Stefano Manzi in 2:06.808. Fuori dai dieci in questa prima giornata Luca Marini (tredicesimo), Andrea Locatelli (quattordicesimo), Lorenzo Baldassarri (diciassetesimo).