Nelle ultime gare sembrava aver perso un po' il suo smalto, ma in Australia Franco Morbidelli è stato artefice di un terzo piazzamento che lo ha riportato al top, ma soprattutto è riuscito a distaccare il suo avversario più temibile, Tom Luthi di 29 punti. Per il portacolori del team Estrella Galicia Marc VDS, quello di Phillip Island è stato il decimo podio in 16 gare disputate e adesso la vittoria del titolo sembra sempre più vicina. Morbidelli, infatti, potrebbe vincere il campionato già in Malesia se riuscisse a conquistare 25 punti.

LA GARA – Intanto, quella di domenica è stata una gara in cui l'italiano, arrivando sul terzo gradino del podio alle spalle di Miguel Oliveira e Brad Binder, ha aumentato il distacco tra sé e Luthi, dato anche che quest'ultimo non è andato oltre la decima posizione.
Podio non facile da conquistare per Morbidelli che ha dovuto lottare sia con Binder che Nakagami caduto al penultimo giro mentre si trovava in seconda posizione.

IL MOMENTO DI STRINGERE I DENTI - “Il mio obiettivo era di salire sul podio domenica, - racconta Franco Morbidelli - cercare di essere davanti a Luthi e conquistare punti per il campionato, per questo ho spinto al massimo quando mi sono trovato in bagarre con Brad Binder. Poi, quando Nakagami è caduto proprio davanti a me ho deciso che quello era il momento di prendermi il terzo posto. Non sapevo che posizione avesse Luthi ma sapevo che era dietro di me. Questo è stato un weekend molto buono per me e sono riuscito a raggiungere quello che mi ero prefissato.”