A Valencia la Ktm gira molto veloce, e il risultato di Miguel Oliveira ne è la conferma. Bene anche il suo compagno di squadra Brad Binder con il terzo posto. Franco Morbidelli ci prova ad essere nelle prime posizioni ma non ce la fa e chiude al settimo posto. Bene Bagnaia e Pasini, male gli altri italiani che non rientrano nelle prime venti posizioni della classifica.

OLIVEIRA IL PIU'VELOCE DELLE FP1 – Franco Morbidelli gira veloce fin dall'inizio delle prove libere 1, ma poi è costretto a lasciare lo scettro ad un Miguel Oliveira davvero scatenato che giro su giro arriva a firmare il miglior crono in 1:35.847. Anche Alex Marquez (team Estrella Galicia Marc VDS) sulla pista di casa non vuole sfigurare, e rimasto nelle retroverie per tutte le prove, quando già inizia a sventolare la bandiera a scacchi, fa un ultimo giro al cardiopalma e si porta in seconda posizione in 1:36.060. Il terzo tempo è quello dell'altra KTM di Brad Binder in 1:36.175, quarto Marcel  Schrotter (Dynavolt Intact GP) in 1:36.231. Nonstante i 45 minuti di prove in cui è rimasto sempre al top, Morbidelli già campione del mondo Moto2 a Sepang, scivola in quinta posizione con un tempo di 1:36.240, sesto è Takaaki Nakagami (Idemitsu Honda team Asia) in 1:36.249, settimo Xavi Vierge (Tech3 racing) in 1:36.356. A rientrare tra i primi dieci è inoltre Isaac Vinales, Francesco Bagnaia e Augusto Fernandez. Tra gli italiani in pista troviamo Mattia Pasini in tredicesima posizione seguito da Simone Corsi, Luca Marini è ventottesimo e Stefano Manzi ventinovesimo.

OLIVEIRA FA IL BIS NELLE FP2 – Miguel Oliveira non si accontenta del giro più veloce della mattina di Valencia e con il crono di 1:35.802 fa sue anche le prove libere due.
Migliorano invece Francesco Bagnaia dello Sky Racing Team che si piazza al secondo posto in 1:35.859 e Mattia Pasini dell'Italtrans Racing Team arrivato quarto alle spalle di Brad Binder.
Scende invece di tre posizioni rispetto alle Fp1 Alex Marquez, quinto in 1:36.038, sesto è invece Taakaki Nakagami che rimane stabile. Al settimo posto troviamo Franco Morbidelli che in questa prima giornata non è riuscito a brillare, mentre alle sue spalle arriva Ricard Cardus (Carxpert Interwetten). Chiudono le prime dieci posizioni in classifica Hafizh Syahrin in 1:36.390 e Xavi Vierge in 1:36.499. Molto attardati in classifica Simone Corsi (20esimo), Andrea Locatelli (21esimo), Stefano Manzi (28esimo), Luca Marini (29esimo) e Lorenzo Baldassarri (30esimo).