I test non si fermano per la Moto2 e la Moto3, e dopo la prima sessione che si è svolta a Valencia, da ieri i piloti sono tornati a girare sul circuito di Jerez. A spiccare su tutti, in una prima giornata soleggiata al mattino e con una leggera pioggia nel pomeriggio, sono stati i piloti italiani della VR46 Academy, ai quali però i compagni non hanno lasciato troppo spazio, dando loro del filo da torcere.

RISULTATI MOTO 2 – E infatti il più veloce della giornata nella classe di mezzo è stato proprio Francesco Bagnaia con un tempo di 1:42.330 ottenuto a fine giornata. Dietro di lui lo spagnolo Alex Marquez del team Estrella Galicia Marc VDS in 1:42.496, terzo Mattia Pasini dell'Italtrans Racing team in 1:42.560. Al quarto posto si è piazzato Miguel Oliveira (1:42.594), quinto Lorenzo Baldassarri in 1:42.687 e sesto Luca Marini al suo debutto con lo Sky Racing Team in 1:42.732. Chiudono la classifica dei primi dieci Simone Corsi in 1:42.780, Xavi Vierge in 1:42.851, Isaac vinales in 1:42.860 ed Hector Barbera in 1:42.939. Bene anche Romano Fenati al suo primo anno in Moto2 che conquista la dodicesima posizione.

RISULTATI MOTO3 – Anche i piloti italiani della Moto3 hanno spiccato in pista con ben sei nelle prime dieci posizioni. Chi però ha conquistato la vetta della classifica è stato lo spagnolo Jorge Martin (Del Conca Gresini) in 1:46.857, seguito da Tony Arbolino (Marinelli Team) in 1:46.923. La terza posizione l'ha conquistata invece Niccolò Antonelli (Sic58 Squadra Corse) in 1:46.963, quarto è Albert Arenas (Angel Nieto team) in 1:46.976, quinto Aron Canet (Estrella Galicia Marc VDS) in 1:47.011.
Ancora nelle prime dieci posizioni della classifica troviamo Marco Bezzeschi con un sesto posto registrato in 1:47.035, settimo Fabio Di Giannantonio in 1:47.172, ottavo Lorenzo Dalla Porta in 1:47.210, nono Enea Bastianini in 1.47.290 e decimo Philipp Oettl in 1:47.336. Da segnalare Andrea Migno da quest'anno con l'Angel Nieto team in dodicesima posizione, il rookie Dennis Foggia con lo Sky Racing Team in diciassettesima posizione e il compagno di squadra Nicolò Bulega in venticinquesima posizione.