Ci hanno provato fino alla fine, Lorenzo Baldassarri e Francesco Bagnaia. E invece, a esultare per la pole position è stato Alex Marquez. Il portacolori Kalex del Team EG 0,0 Marc VDS ha dimostrato ancora una volta di poter essere il più veloce su questa pista, fermando il cronometro sull’2’00”299. Lo stato di forma del “fratello più famoso del motociclismo” è ottimo e sembra non dare scampo agli avversari in questo esordio di 2018.

BUON PASSO - I nostri due alfieri, primi inseguitori di Marquez, hanno cercato di beffarlo fino alla fine, limitando i danni: alla fine, il “Balda” (con i nuovi colori Pons HP40) e “Pecco” (confermato con SKY VR46) si sono fermati rispettivamente a tre e cinque decimi dal leader. Ma, soprattutto Bagnaia, con un passo gara che fa ben sperare in vista di domani.

CHE DEBUTTO! - Quarto si è piazzato Miguel Oliveira davanti al debuttante assoluto, il nostro Romano Fenati (a soli sei decimi da Marquez) che ha sorpreso tutti con una guida già piuttosto efficace, almeno sul giro secco, a dispetto della scarsa esperienza della categoria. Sesto, Danny Kent (con la SpeedUp e alla sua seconda gara in Moto2), seguito da Jorge Navarro, da Mattia Pasini, poi Marcel Schrotter e il rientrante Sam Lowes. Simone Corsi, tornato alla Kalex dopo l’esperienza con SpeedUp, è risalito nel finale fino alla quattordicesima posizione mentre fuori dai primi quindici Luca Marini, Andrea Locatelli, Stefano Manzi e Federico Fuligni.