Oliveira e Red Bull dominano la prima giornata di prove libere Moto2 negli States. Il portoghese, grazie ad un 2’11”104, centra il primo tempo davanti a Sam Lowes (KTM Swiss Innovation Investors) e Alex Marquez, terzo con la Kalex del Team EG 0,0 Marc VDS.  Alle loro spalle, il sudafricano Brad Binder con l’altra KTM firmata Ajo, seguito da una schiera di spagnoli: nell’ordine, Mir (esordiente sempre più a suo agio in questa categoria), Vinales, Lecuona e Barbera.

I NOSTRI NON SONO LONTANI - Nono, primo degli azzurri, Mattia Pasini. Il romagnolo, in mattinata, era stato rallentato da un problema tecnico e nel pomeriggio è riuscito a compiere pochi giri. Che però non gli hanno impedito di tenere la scia dei migliori, chiudendo a mezzo secondo dal leader. L’Italia è ben rappresentata, nelle prime quindici posizioni, visto che dall’undicesimo al quattordicesimo provvisorio si sono piazzati nell’ordine Fenati, Bagnaia, Baldassarri e Corsi, a sette decimi dalla prima piazza.