“Purtroppo abbiamo azzardato una scelta di gomma più dura che non si è rivelata vincente perché non sono riuscito ad essere veloce come avrei voluto”, ha commentato Mattia Pasini dopo il round in Texas. Ho corso una gara in difesa, pensando a portare a casa il miglior risultato possibile per la classifica del campionato, dove sono secondo vicinissimo a Bagnaia”, ha spiegato il pilota italiano, che non è riuscito ad andare oltre al settimo posto nel GP delle Americhe, portando a casa solamente nove punti in tutto il weekend.

Una scelta errata - Il romagnolo ha iniziato la gara dalla prima fila della griglia, grazie al terzo tempo ottenuto in qualifica, ed ha lottato per tutti i diciotto giri allo scopo di rimanere nella top five, ma è stato penalizzato dalla scelta errata delle mescole, che lo ha costretto ad accontentarsi del settimo posto. Il risultato lo conferma comunque tra i protagonisti della classe di mezzo e gli consente di mantenere la seconda posizione nella classifica di campionato con un totale di quarantasette punti, dietro al nuovo leader Francesco Bagnaia.

“La scelta di gomme non ha ripagato”, ha dichiarato il capotecnico Giovanni Sandi. “Le condizioni meteo erano adatte ad una gomma dura, ma poco prima della partenza il tempo è cambiato e la temperatura si è alzata. La gara è stata comunque positiva: siamo secondi nel Mondiale e abbiamo portato a casa un buon risultato in vista dei prossimi appuntamenti”, ha concluso.