Sarà una sfida dura quella tra la Yamaha di Johann Zarco e la Honda Marc Marquez sulla pista di Le Mans. Solo dodici punti separano il talento di Cervera, attuale leader del Campionato MotoGP dal pilota di casa, che punta a raccogliere la prima vittoria della stagione sullo stesso circuito nel quale lo scorso anno ha conquistato il primo podio nella classe regina. Ma se Marquez è l'unico a precederlo in classifica iridata, Zarco avrà molti più avversari in pista. A cominciare dalle due Yamaha di Valentino Rossi e Maverick Viñales.

In attesa di spostarsi sulla sella alla KTM per la stagione 2019, Johann Zarco sta dando il massimo sulla Yamaha del team Tech3 per chiudere in bellezza la sua avventura con la squadra che lo ha accompagnato nel suo ingresso in MotoGP.

Attualmente Zarco si trova al secondo posto della classifica generale ed è la Yamaha migliore in pista: un ottimo risultato considerando che nessun pilota francese occupava una posizione così buona dal 1984.

Il secondo posto in campionato è un sogno”, ha detto Zarco a MotoGP.com. “Le statistiche sono incredibili e voglio continuare a puntare in alto per non interrompere questo periodo positivo.

"A questo proposito, sto cercando di gestire la pressione dei fans trasformandola in energia positiva e darò il meglio di me per far sì che domenica il mio pubblico possa ascoltare la Marsigliese”, ha continuato il 27enne.

Il circuito di Le Mans è stato quello in cui Johann Zarco ha guadagnato il suo primo podio sulla Yamaha YZR-M1, e che ha aperto al pilota francese una serie di quattro podi e tre pole position.

“Sono molto positivo perché il mio feeling con la moto continua a fare progressi e generalmente la Yamaha è molto competitiva a Le Mans”, ha detto. “Spero di replicare la felicità dello scorso anno, in cui ricordo di aver fatto una buona partenza e di aver preso il comando in fretta, alla fine della gara però Valentino è stato troppo veloce e mi sono dovuto accontentare del secondo posto”, ha spiegato Zarco.

La Z&F Grand Prix -  Oltre all’impegno nel Mondiale, Johann Zarco sfrutterà l’appuntamento di Le Mans anche per scendere in pista con gli alunni della  Z&F Grand Prix in occasione di alcuni giri dimostrativi. La scuola voluta dall’allenatore e scopritore dal due volte iridato in Moto2 è un progetto ambizioso che recluta talenti in erba e li accompagna nel mondo del motociclismo.

“Lavorare con i giovani è importante, come dice Laurent, il mio allenatore”, spiega Zarco. “Ci stiamo impegnando per dare ai giovani piloti l’opportunità di mettersi in mostra, come ho fatto io. Da parte mia li seguo ogni volta che ho del tempo libero.

“Guidare deve essere un divertimento per loro e se possiamo mostrare loro la giusta strada e formarli allora vale la pena spendere in questo progetto”, conclude Zarco.