Dopo le difficoltà nei turni precedenti, le condizioni in pista migliorano a tutto vantaggio dei piloti della Moto2, ultimi a scendere tra i cordoli in questo sabato di qualifiche. Asfalto asciutto e al momento giusto, gas a manetta. Dopo una prima fase di calma relativa, gli animi si infiammano nel finale con un ribollire di caschi rossi e i piloti che infilano il turbo nel polso destro.

LA PARTITA si restringe presto ad un piccolo gruppo combattivo e scatenato, e proprio quando Gardner sembrava aver messo a segno la sua prima pole, arriva la zampata vincente di Pecco Bagnaia che conquista la vetta del tabellone col tempo di 2.08.153. L’austriaco del team Tech3 deve accontentarsi del secondo crono a poco meno di 2 decimi. Chiude la prima fila, con la terza casella in griglia, l’inossidabile Marquez a 2,5 decimi dalla pole.

ALLE SPALLE DEI PRIMI 3 si piazza Marcel Schrotter, mentre Luca Marini, quinto, guadagna un’incoraggiante seconda fila davanti al francese Fabio Quartararo. Chiudono la top ten, in questo preciso ordine, Pasini, Lecuona, Lowes e Fenati.

QUI tutti i risultati nel dettaglio.