Francesco Bagnaia ha trovato la strada della pole position e a Misano ha infilato la terza partenza al palo consecutiva, la quarta della stagione. Il portacolori dello Sky Racing Team VR46 ha messo in riga il tedesco Marcel Schrotter, secondo a poco più di due decimi, e Mattia Pasini, che spunta il terzo tempo a 295 millesimi dal connazionale.

‘Pecco’ ha imposto il ritmo da subito facendo segnare il crono di 1:37.121, che rimarrà imbattuto fino alla fine della sessione di qualifiche.

L'ERRORE DI OLIVEIRA - Incappa invece in un errore Miguel Oliveira: il portacolori del Red Bull KTM Ajo, diretto inseguitore dell’italiano in classifica iridata, scivola alla curva 4 a venti minuti dal termine. Rientra ai box e ferma il cronometro con mezzo secondo di ritardo dal leader e rivale in classifica. Per il portoghese arriva solo il nono tempo.

Apre la seconda fila Fabio Quartararo, quarto e primo pilota non-Kalex, con la Speed-Up. Alle sue spalle si piazzano Brad Binder con la KTM Ajo, e Jorge Navarro. Lo spagnolo del team Gresini deve accontentarsi della sesta piazza dopo aver dominato le primissime fasi di qualifica.

Luca Marini continua la sua striscia positiva ed è autore di una buona qualifica che gli garantisce la settima casella. Il portacolori della squadra del fratello maggiore Valentino Rossi è a poco più di mezzo secondo dal connazionale detentore della pole.

A chiudere la terza fila Alex Marquez (EG o,0 Marc VDS), che non va oltre l’ottavo posto e, come anticipato, Miguel Oliveira. A completare la top 10, Joan Mir.

GLI ALTRI ITALIANI - Lorenzo Baldassarri s incappa in due cadute durante la sessione di qualifiche e conclude al dodicesimo posto. Andrea Locatelli e Simone Corsi si piazzano rispettivamente al 20esimo e 21esimo posto davanti a Romano Fenati, mentre Stefano Manzi. Più attardato Federico Fuligni.

Qui i tempi delle qualifiche della Moto2.