Lo Sky Racing Team VR46 prosegue il suo progetto di valorizzazione dei giovani talenti del motociclismo italiano contribuendo alla formazione umana e sportiva dei piloti. Un obiettivo già centrato con Francesco Bagnaia, che dopo aver corso prima in Moto3 e poi in Moto2, dalla prossima stagione approderà in MotoGP. 

Anche per la stagione 2019, il team nato nel 2014 dall'unione tra Sky e la VR46 di Valentino Rossi, sarà al via con l'ambizione di raggiungere importanti risultati in Moto2 e Moto3, sotto la guida del Team Manager Pablo Nieto.

Per il terzo anno consecutivo, il team schiererà quattro piloti in due categorie: Nicolò Bulega affiancherà Luca Marini in Moto2 su Kalex, mentre Celestino Vietti Ramus esordirà nel Mondiale accanto a Dennis Foggia in Moto3 su KTM. 

MOTO2 – Nicolò Bulega si prepara dunque a dividerà il box in Moto2 con Luca Marini confermato nella categoria intermedia per raggiungere ambiziosi traguardi nel 2019. Luca è tra i piloti più convincenti e competitivi della stagione in corso con tre podi all’attivo. Nicolò invece, dopo aver esordito nel mondiale sempre con lo Sky Racing Team VR46 in Moto3 nel 2016, continua così il suo naturale percorso di crescita approdando in una categoria che ben si adatta alle sue caratteristiche tecniche e fisiche.

BULEGA: ‘PRONTO PER L’AVVENTURA’ - “Dopo tre stagioni in Moto3, sono pronto ad intraprendere questa nuova avventura, ricca di aspettative, motivazioni e stimoli”, ha detto Bulega. “Darò il massimo e sono davvero contento di avere al mio fianco, ancora una volta in un momento chiave della mia carriera, lo Sky Racing Team VR46. Ora continueremo a rimanere concentrati sul proseguo della stagione in corso, ma non vedo l’ora di salire in sella alla nuova moto”.

MOTO3 – Dopo due stagioni con lo Sky VR46 Junior Team nel CEV, dove ha preso le misure del campionato mondiale junior, in Moto3 arriverà Celestino Vietti Ramus. Il 16enne di Torino ripercorrerà le stesse tappe del suo compagno di squadra Dennis Foggia che proprio nel 2018 ha esordito nel mondiale dopo aver vestito i colori dello Junior Team. Celestino è attualmente al decimo posto nella classifica del FIM CEV con un terzo posto a Barcellona come miglior risultato stagionale. 

VIETTI RAMUS: ‘UNA NUOVA SFIDA’ - “Ogni giovane pilota che cerca di farsi strada nel mondo delle due ruote sogna di avere un supporto di questo tipo e di esordire nel Campionato in uno dei migliori Team della categoria”, ha dichiarato Vietti Ramus. “Dopo due stagioni nel CEV con lo Junior Team, dove sono cresciuto, ho fatto esperienza grazie alla competenza e professionalità di tutti, è il momento di compiere questo passo e di abbracciare una nuova sfida insieme a Sky e alla VR46 Riders Academy. Sono davvero felice, ci aspetterà molto lavoro, l’impegno richiesto sarà massimo, ma è una grandissima opportunità”, ha concluso Vietti. 

Al suo fianco, per il secondo anno al via del Mondiale Moto3, Dennis Foggia per confermare tutto ciò che di buono ha fatto vedere già nella stagione in corso.

NIETO: ‘SENZA LASCIARE NIENTE AL CASO’ - “Grazie a Pecco, siamo riusciti a centrare il nostro obiettivo e, il prossimo anno, per la prima volta un pilota cresciuto nello Sky Racing Team VR46 esordirà in MotoGP con una moto e un Team davvero competitivi”, ha detto Pablo Nieto, Team Manager della squadra. “E’ stato un bellissimo risultato per tutti noi, lo abbiamo celebrato, ci siamo goduti questa grande soddisfazione, ma, allo stesso tempo, questo ci spinge ad andare avanti e a continuare a sostenere i giovani piloti italiani della nostra squadra sempre con la medesima passione e professionalità.

“Abbiamo iniziato a raccogliere i frutti di tanto impegno e questo ci deve motivare a continuare in questa direzione senza lasciare nessun particolare al caso e ponendoci sempre nuovi traguardi da raggiungere. Per questo motivo, per dare nuova linfa al nostro progetto, oltre ai confermati Luca Marini e Dennis Foggia, abbiamo deciso di investire su due rookies.

"Da un lato, in Moto2, Nicolò esordirà nella categoria superiore con tanti nuovi stimoli e aspettative, in sella ad una moto che meglio si adatta alle sue caratteriste fisiche e con cui potrà esprimere tutto il suo potenziale. Dall’altro, Celestino entrerà nella squadra di Moto3, dopo un’esperienza di due anni con lo Junior Team. E’ giovane, ma pronto al salto nel Mondiale e motivato a lavorare con costanza per crescere ancora. Dal punto di vista tecnico, abbiamo fatto una scelta volta alla stabilità e solidità dei rapporti di reciproca fiducia che, negli anni, abbiamo costruito all’interno del paddock confermando le nostre partnership con KTM e Kalex”.