Cifre ‘tonde’ per Francesco Bagnaia, che ad Alcañiz ha festeggiato con il ventesimo podio il centesimo GP in carriera. Il portacolori dello Sky Racing Team VR46 allunga così in classifica generale di 11 lunghezze sul suo primo rivale, Miguel Oliveira.

UN WEEKEND DIFFICILE - “Un bel risultato dopo una domenica tosta, lunga e difficile dove abbiamo visto una gran lotta tra 4 piloti davvero molto forti e veloci”, ha detto il team manager Pablo Nieto. “Pecco chiude con un ottimo secondo posto un weekend tra i più difficili della stagione. Luca (Marini, ndr) invece, ha perso il contatto in avvio e ha fatto fatica a recuperare. Dobbiamo lavorare su questo aspetto perché, da metà gara in poi, ha tenuto un ritmo vicinissimo a quello dei primi”.

 Bagnaia celebra dunque un altro passo storico della sua carriera. “Sono contento di aver festeggiato il centesimo GP nel mondiale con un podio che significa aprire il gap a 19 punti su Oliveira per il campionato”, ha detto ‘Pecco’.

IL CONTATTO CON BINDER - “Sono partito bene, avevo un bel ritmo e i primi giri ho spinto molto per andare a prendere Alex Marquez e Brad Binder. Ho provato a sorpassare Brad, ma lui ha chiuso e ci siamo toccati”, racconta Bagnaia. “Un contatto di gara, lui ha sicuramente fatto il suo per cercare di aiutare il suo compagno di squadra (Oliveira ndr). Mi sono un po’ innervosito però ho cercato di ritornare calmo, anche perché la gomma scivolava molto, e di recuperare il ritmo per portare a casa il massimo risultato.

“Ora andiamo in Thailandia, una pista molto simile a quella di Spielberg, con tante aspettative e curiosi di scoprire il nuovo tracciato”, conclude Bagnaia