Capolavoro dello Sky Racing Team e dei suoi due piloti di punta Francesco Bagnaia e Luca Marini nel granpremio di Buriram. E' stata una lotta tra squadre, quella vista sulla pista thailandese, tra il Team Sky VR46 e quello Red Bull KTM Ajo con Oliveira e Binder, dove a spuntarla su tutti è stato Bagnaia. L'italiano, con la settima vittoria stagionale, è riuscito ad allungare nella classifica iridata su Oliveira, suo diretto avversario, di 28 punti.

LA GARA - La bagarre si è scatenata fin dal primo giro tra Bagnaia, Oliveira e Binder, che con una serie di sorpassi hanno iniziato a separarsi dagli avversari, mentre ancora le gomme erano fredde. Intanto tra Luca Marini e Fabio Quartararo è andato in scena un altro duello che ha formato un gap consistente con il gruppo di testa.

L'inizio della gara ha visto diverse cadute: Mir, Schrotter, Fernandez, Navarro, Manzi; e poi anche Alex Marquez e Baldassari, mentre si trovavano in buonissima posizione rispetto agli avversari.

Ma in testa al trenino di piloti hanno continuato a volare scintille tra Oliveira, Binder e Bagnaia con quest'ultimo che, una volta capito che l'unico modo per vincere era la fuga, ha spalancato il gas, arrivando a creare un gap di oltre un secondo e mezzo con gli altri.

Spettacolare la rimonta di Luca Marini iniziata a tre giri dalla fine: come un puma che aveva messo nel mirino la preda, decimo su decimo è riuscito a riprendere prima Binder e poi Oliveria, giungendo a tagliare il traguardo in seconda posizione, alle spalle del compagno di team Pecco Bagnaia. Da segnalare il quinto posto di Mattia Pasini (Italtrans Racing Team), il nono posto di Andrea Locatelli e il decimo di Simone Corsi (Tasca Racing).

IL VINCITORE - Per Bagnaia è tempo adesso di raccogliere i frutti di un risultato davvero bellissimo in una gara dominata dal pilota torinese quasi al 100%:”è stato un warm up difficile ma quest'anno ho scoperto che quando vado male lì poi vado bene in gara. Quando è caldo vado forte ed oggi era davvero caldo, quindi è stato un aiuto. La mia motivazione più grande è arrivata nel momento in cui mi sono portato davanti ad Oliveira quindi ho spinto per allungare ancora di più. Sono felice di aver iniziato bene il trittico e ancor di più sono felice che anche Luca (Marini) mi ha fatto un bel regalo arrivando secondo.”

QUI tutti i risultati nel dettaglio.