La sorpresa della prima giornata di prove Moto2 a Phillip Island risponde al nome di Brad Binder. Il sudafricano, alfiere KTM Red Bull Ajo, è stato autore di una positiva seconda sessione conclusa con il tempo di 1’33”701, migliore rispetto a tutti quelli dei suoi avversari. 

PASINI A TRE DECIMI - A seguirlo da vicino c’è Marcel Schrotter, portacolori tedesco del Team Dynavolt che ha guidato la sua Kalex fino al secondo posto, distanziato di soli otto centesimi dal capoclassifica provvisorio. Terza posizione per il nostro Mattia Pasini, con la Kalex Italtrans: il romagnolo è però più staccato e paga tre decimi di ritardo rispetto a Binder. Buona anche la prima giornata di prove dello spagnolo Lecuona (KTM Swiss Innovative Investors) quarto e anche lui a tre decimi dal leader. 

SCONTRO RAVVICINATO - A proposito di leader, Francesco Bagnaia, saldamente in testa al campionato, ha portato la Kalex dello SKY Racing Team VR46 al quinto posto, seguito come un’ombra dal rivale numero uno per il titolo, Miguel Oliveira, sesto con l’altra KTM ufficiale firmata Ajo. Chiudono la top ten, nell’ordine, Marquez, Fernandez, Vierge e Andrea Locatelli. Per i colori italiani, da segnalare la 12esima piazza di Baldassarri, la 18esima di Manzi, la 22 di un Marini opaco rispetto alle ultime uscite e la 24esima di Corsi.