Il motomondiale prenderà il via il prossimo 10 marzo in Qatar e la prima tappa di avvicinamento per lo Sky Racing Team VR46 è stata molto produttiva: a Jerez de la Frontera, infatti, sono andati in scena due giorni di test con il favore di condizioni meteo ideali. In Moto2, Luca Marini e Nicolò Bulega hanno tenuto il passo dei migliori.

MARINI SUBITO VELOCE - Luca Marini, in pista per la prima volta dopo l’intervento alla spalla dello scorso dicembre, non ha tardato a prendere confidenza con la sua Kalex e, dopo il crono 1.41.827 segnato nel Day 1 – il migliore della prima giornata - ha limato il suo crono fino a 1.41.742, secondo in classifica con un distacco di poco più di un decimo dal primo, Sam Lowes.

“Un primo test davvero positivo anche se non sono ancora al 100% della forma fisica e dopo 4/5 giri inizio a fare un po’ fatica, ma il dolore non è eccessivo”, ha detto Luca Marini. “Nonostante questo, sono riuscito ad essere subito veloce e ho fatto un ottimo lavoro con il Team sulla nuova moto per il test ufficiale. Ho confermato le sensazioni dello scorso novembre, sono contento e spero di fare un ulteriore step con la spalla per il test IRTA”, conclude Marini.

BULEGA IL MIGLIOR ROOKIE - Debutto positivo nella nuova categoria per Nicolò Bulega, cha ha migliorato il suo tempo di oltre 8 decimi rispetto al primo giorno, (1.42.008 ndr) con un sesto posto complessivo, miglior rookie.

“Sono felice di essere tornato in moto dopo tanto tempo e di aver fatto un buon lavoro con il team”, ha detto Nicolò Bulega. Peccato per le due scivolate, ma non siamo stati rallentati nel nostro programma e questo ci ha permesso di migliorare il tempo fatto qui lo scorso novembre. Non vedo l’ora di tornare in pista”, ha concluso Bulega.