Prima pole dell'anno, ma anche prima pole in carriera per il tedesco Marcel Schrotter (Dynavolt Intact GP) che in 1:58.585 ha bruciato tutti i suoi avversari della Moto2. Una qualifica che ha portato fortuna soltanto a due piloti nostrani, Lorenzo Baldassarri che domani partirà dalla prima fila e Luca Marini che nonostante una caduta è riuscito a mantenere la quarta posizione.

Gli altri italiani in pista, invece, sono letteralmente sprofondati nelle sabbie del Qatar con Enea Bastianini 13esimo, Nicolò Bulega 15esimo, Andrea Locatelli 17esimo, Fabio Di Giannantonio 19esimo e Simone Corsi 22esimo.

COME E' ANDATA – Una prima qualifica quella del 2019, che non ha regalato emozioni forti o colpi di scena particolari e domani dalla pole position scatterà Marcel Schrotter che ha ottenuto ottimi tempi sia sul giro veloce che sulla percorrenza per tutto il weekend. E' quindi il favorito per la gara di domani, ma attenzione anche a Xavi Vierge (Estrella Galicia Marc VDS) che arrivato in seconda posizione in 1:58.731, si prospetta un bel “grattacapo” non soltanto per gli avversari ma soprattuto per Alex Marquez suo compagno di squadra e veterano del team che oggi ha ottenuto un misero nono posto: per essere il contendente al titolo 2019 lo spagnolo con il numero 73 già da domani dovrà fare molto meglio di così. Un buon terzo posto lo ha conquistato invece Lorenzo Baldassarri in 1:58.784, seguito dall'altro italiano Luca Marini in 1:58.804. Quinta casella della griglia invece per Remy Gardner (1:58.819), mentre sesto è arrivato “l'aggressivo” Sam Lowes. Al settimo posto è arrivato poi Tom Luthi, ottavo Brad Binder, nono Alex Marquez e decimo Augusto Fernandez. Il miglior rookie della giornata è stato Jorge Martin che, vittima di una scivolata, non ha potuto tentare l'attacco alla pole.