Una nuova avventura attende Mattia Pasini a Le Mans. Dopo aver sostituito Augusto Fernadez con il team di Sito Pons ad Austin e Jake Dixon con il team Angel Nieto a Jerez, adesso Pasini è chiamato a sostituire Khairul Idham Pawi con il team Petronas. Il pilota malese è infatti caduto durante le prove libere procurandosi una frattura al dito della mano destra ed è stato sottoposto ad un intervento chirurgico.

ANCORA IN PISTA - Sarà quindi un'altra domenica di corse per il pilota di Rimini che, dopo essere rimasto senza una sella per questo Campionato 2019 ed aver iniziato la stagione come presentatore Moto3 e Moto2 per Sky Sport Motogp, sarà sicuramente felice di tornare in sella ad una nuova moto in un nuovo team.
Già, perchè se al team di Sito Pons aveva guidato una Kalex ottenendo un bellissimo quarto posto, a Jerez era salito su una KTM riuscendo a portare a casa soltanto una ventisettesima posizione.
A Le Mans, però, Pasini tornerà in sella ad una Kalex e l'augurio è che possa di nuovo ottenere un bel risultato.

LA VOCE DEL PROTAGONISTA – Intanto, dopo aver appreso la notizia, Mattia ha parlato attraverso un comunicato pubblicato dal team Petronas:”non è mai facile sostituire un pilota infortunato , ma sono molto felice di questa opportunità perché è un team che ho seguito per tanto tempo. Sono orgoglioso di far parte di questo progetto per un po' di gare e darò tutto me stesso per fare i risultati che questa squadra merita. Dobbiamo lavorare tanto, e se c’è un team con cui puoi farlo è proprio questo. Non vedo l’ora di cominciare con i test di Jerez, per entrare in buona forma per Le Mans. La Kalex è una moto che conosco molto bene e ad Austin ho quasi raggiunto il podio. Conosco un po’ il team e le persone con cui lavorerò e questo è un altro punto positivo. Il potenziale è molto alto ma dobbiamo partire da zero e dare il nostro meglio."