Alex Marquez vince a Brno e sorride anche in classifica generale. Lo spagnolo del Team EG 0,0 Marc VDS trionfa in solitaria sul circuito ceco e allunga in campionato "grazie" alla caduta di Thomas Luthi, arrivando ad avere 33 punti di vantaggio sul suo primo rivale.
Una gara perfetta, quella del fratello di Marc, andato in fuga sin dai primi giri e capace di fare la differenza rispetto ai suoi avversari.

DIGGIA, CHE GARA! - L'unico a provare a tenergli testa è stato il rookie Fabio Di Giannantonio. Il pilota SpeedUp è sembrato prendere idealmente il testimone dal suo concittadino Max Biaggi, "mago" di Brno: con una guida pulita e redditizia, è arrivato quasi a ridosso dello spagnolo nella fase centrale della gara, per poi mollare e accontentarsi di un secondo posto importante per lui e per la sua stagione.

BESTIA, CHE RIMONTA! - Terzo, a quattro secondi, si è piazzato Enea Bastianini. Partito 18esimo sulla griglia, il romagnolo dell'Italtrans Racing Team ha portato velocemente la sua Kalex nel gruppo di testa, per poi superare uno ad uno tutti i "compagni di viaggio". L'ultimo a dover lasciare strada al "Bestia" è stato Navarro, incapace di resistere all'ultimo giro alla voglia di Enea di salire sul podio. 

MARINI TRA I PRIMI 5 - Nella top five si è piazzato anche Luca Marini, che ha regolato sul traguardo Marcel Schrotter e il suo compagno di squadra nello Sky Racing Team VR46, Nicolò Bulega. A chiudere tra i primi dieci anche Fernandez, Nagashima e Lecuona. A punti sono andati Lorenzo Baldassarri (11esimo e vera delusione di questo week-end), Marco Bezzecchi alle sue spalle e Andrea Locatelli, 14esimo. Tra gli altri ritiri eccellenti, quelli di Binder, Lowes e di Mattia Pasini.