Il Granpremio di San Marino e della riviera di Rimini sarà un banco di prova importante anche per i due piloti Moto2 dello Sky Racing team VR46. Se tutte le tappe del campionato sono importanti infatti, correre a Misano, per i ragazzi della VR46 è come correre in casa, davanti a tifosi, famiglia e amici.
E proprio Luca Marini e Nicolò Bulega dovranno rimboccarsi le maniche e dimostrare il loro talento, magari andando a riempire il vuoto del primo gradino lasciato da Francesco Bagnaia lo scorso anno quando vinse a Misano.

LUCA MARINI - Certo è, che per entrambi, nonostante l'aria di casa, il tracciato di Misano non è uno dei migliori in quanto a risultati. Per il fratello di Vale Rossi, Luca Marini, il miglior risultato è stato quello del 2016 quando arrivò tredicesimo, per poi contare due ritiri nel 2017 e 2018.
Sarà quindi il 2019 l'anno della rivincita?
Quest'anno Luca era atteso come il pilota di punta del team VR46, e da lui il team si aspettava che riuscisse ad essere in lotta per il titolo mondiale. La sua stagione, fino ad oggi, è stata migliore in quanto a risultati rispetto a quella 2018, ma l'ottavo posto nella classifica iridata a 73 punti da Alex Marquez fanno intuire che team e pilota dovranno lavorare ancora di più per arrivare nelle posizioni che contano.
Quest'anno, però, nel Gp d' Italia Marini è andato forte arrivando secondo al Mugello e chissà che questo weekend a Misano non possa ripetersi.

NICOLO' BULEGA - Per quanto riguarda il rookie Nicolò Bulega, al suo primo anno in Moto2, invece, non è possibile fare una previsione accurata di quello che sarà il suo weekend di gara, dato che nella classe di mezzo, con moto e motore del tutto nuovi, non ha mai corso, ma i risultati ottenuti in Moto3 negli anni passati parlano chiaro: un quarto posto nel 2016 e un quinto nel 2017, segno che a Bulega Misano piace davvero molto.
Per lui la stagione 2019 è tutta da scoprire ma chissà che da qui alla fine dell'anno non arrivi anche un bel risultato.