Dopo la gara della Moto2 a Misano, Augusto Fernandez e Fabio Di Giannantonio – transitati rispettivamente primo e secondo sotto la bandiera a scacchi, in volata – sono stati chiamati davanti al FIM MotoGP Stewards Panel alle 15.30 della domenica, e fino a quel momento i risultati della gara sono rimasti sub judice (leggi qui).

Dopo aver ascoltato i due piloti, i commissari non hanno preso ulteriori decisioni e la classifica ha convalidato l'ordine di arrivo, con lo spagnolo davanti al romano.

L'APPELLO - A causa di una mancata comunicazione a Misano, il team Speed Up ha ricevuto la notifica ufficiale di questa decisione il giovedì del GP di Aragon, e la squadra ha deciso di ricorrere in appello.

Il caso è passato così ai FIM MotoGP Appeal Stewards. L’oggetto della contesa era il superamento del track limit da parte di Augusto Fernandez. Ma la decisione dei commissari di Misano è stata confermata anche in appello. Fernandez resta così il vincitore del GP di San Marino davanti a Fabio Di Giannantonio.