Alex Marquez vuole mettere il suo artiglio sul titolo mondiale Moto2 e in Thailandia ha iniziato già dalle qualifiche a fare la “voce grossa”, mettendo a segno una pole position davvero ottima che domani gli regalerà un ampio vantaggio su Augusto Fernandez e Jorge Navarro, i suoi avversari diretti in campionato.

COME E' ANDATA - Sono iniziate nel segno della memorabilità le qualifiche della Moto2 dove, in Q1, Andrea Locatelli è riuscito al primo giro in pista a rompere il record firmando il suo giro veloce in 1:35.698.
Chi invece non è riuscito a risalire è stato Jorge Navarro che con una scivolata sul finale del Q1 è andato un po' a giocarsi la gara di domani e il tentativo di ostacolare Marquez in ottica mondiale.
Le cose si sono fatte ancora più serie, però, quando a scendere sul tracciato thailandese sono stati i piloti del Q2: e infatti proprio Alex Marquez, con la mente libera dai calcoli, è riuscito a fare la pole position a margine di una qualifica fantastica nel quale ha fatto il suo best lap in 1.35.297.
Alle sue spalle si è piazzato Tetsuta Nakagami, terzo a sorpresa il rookie spagnolo Jorge Martin.
In questa giornata di qualifiche, sarebbe potuta andare meglio all'italiano Luca Marini (Sky Racing team VR46) andato forte nelle prove libere del weekend ma che oggi non è riuscito ad andare più in là della quarta posizione.
Per lui, niente è perduto, in quanto la gara di domani sarà molto combattuta e sarà possibile recuperare le posizioni con facilità.
In quinta posizione si è portato invece Remy Gardner, sesto Augusto Fernandez.
Hanno chiuso la top ten Xavi Vierge con il settimo posto, Tom Luthi con l'ottavo, l'italiano Nicolò Bulega con il nono e Iker Lecuona con il decimo.

GLI ITALIANI – A parte i due piloti dello Sky Racing team VR46 Marini e Bulega, che hanno centrato i primi dieci posti, per gli altri la Thailandia non ha regalato fino ad adesso grandi risultati: non male l'undicesimo posto del rookie Enea Bastianini, mentre è scivolato in quindicesima posizione Andrea Locatelli, diciassetesimo Marco Bezzecchi davanti a Fabio Di Giannantonio e a Lorenzo Baldassarri.
Caduta invece nel Q1 per Mattia Pasini che domani partirà ventiseiesimo.