Che gara quella di Luca Marini in Thailandia: il pilota dello Sky Racing team VR46, scattato dalla quarta casella in griglia si è portato da subito alle spalle di Alex Marquez per poi sorpassarlo al terzo giro.
Da qui non ce n'è stato più per nessuno, perchè Marini, con una gara davvero perfetta è rimasto in testa per tutti i giri a disposizione concludendo con una bellissima vittoria e staccando gli avversari di oltre due secondi.

BATTAGLIA MONDIALE - Dietro di lui, però, la battaglia è stata molto combattuta, sia per il podio che per i punti utili alla lotta al mondiale. Alle spalle di Marini, infatti, in seconda posizione è riuscito a spuntarla ancora una volta Brad Binder seguito da Iker Lecuona.
Una doppietta KTM che desta molte perplessità per l'addio della Casa austriaca dal 2020 proprio alla categoria di mezzo.
Altra battaglia altrettanto combattuta è stata quella per il quarto posto con Augusto Fernandez e il leader del mondiale Alex Marquez che è uscito dal corpo a corpo con lo spagnolo del team Pons sconfitto: nonostante la quinta piazza Alex resta in testa alla classifica mondiale distaccato da Fernandez di 40 punti.

BENE GLI  ITALIANI - Ma la gara thailandese ha regalato buoni risultati anche agli altri italiani, primo tra questi Nicolò Bulega, l'altro alfiere dello Sky Racing team che ha concluso la corsa in ottava posizione alle spalle di Jorge Martin e Thomas Luthi.
Decima piazza, invece per Marco Bezzecchi (Red Bull KTM Tech3), arrivato davanti al rookie Enea Bastianini (Italtrans Racing team) e ad Andrea Locatelli, tredicesimo.
Diciottesimo posto, invece, per Fabio Di Giannantonio, mentre ci sono state due cadute durante la gara per Lorenzo Baldassarri e Stefano Manzi e un ritiro per Mattia Pasini.