A Buriram Luca Marini ha colto la sua prima vittoria della stagione, la seconda in carriera.  “È stata la gara ideale, ma molto dura”, ha rivelato Marini ai microfoni di Sky Sport.

Luca Marini era salito sul gradino più alto del podio per la prima volta quasi un anno fa, alla fine del Gran Premio di Sepang. Una vittoria che aveva dedicato a suo fratello Valentino Rossi. Ma da allora non era più tornato a vincere.

IN SOLITARIA - "Ho creato subito un grande gap con chi mi stava dietro, ma quando mi sono ritrovato da solo davanti con 3 secondi di vantaggio ho iniziato a pensare a troppe cose…. Sono un pensatore quando vado in moto”, così ha scherzato Luca Marini, che corre con i colori del team gestito dal fratello pluricampione del mondo.

 “Mi ero posto un obiettivo di passo che volevo tenere in gara”, continua Luca Marini. “Pensavo che saremmo riusciti ad essere un po’ più veloci, ma le condizioni della pista erano un po’ peggiorate rispetto a ieri. Comunque ho spinto al massimo dall’inizio alla fin.e La moto era perfetta, anche con le alte temperature. I ragazzi hanno fatto un gran lavoro ed è stata dura anche per loro perché al box c’erano 50 gradi”, aggiunge Marini.

 Alla domanda se si tratti di un “ritorno” importante, il pesarese ha risposto così: Non sono mai andato via, ho solo trovato qualche difficolta lungo il percorso, ma adesso è importante aver ritrovato la strada. Ora manca ancora qualche gara e voglio finire nel migliore dei modi”, ha concluso Luca Marini.