Le libere del venerdì al GP d’Italia si chiudono nel nome di Hiroki Ono del team Honda Asia che comanda la classifica combinata del primo giorno al Mugello. Buone prove per i piloti di casa, Francesco Bagnaia di Aspar Team è secondo e Fabio Di Giannantonio, Ongetta Rivacold, è terzo.

La seconda sessione di prove inizia nel primo pomeriggio toscano e le primi fase sono caratterizzate dall’uscita in pista di quasi tutti i piloti su un tracciato ormai totalmente asciutto dopo la pioggia della nottata e del giorno prima. La mattina si è conclusa nel segno di Khairul Pawi, Honda Team Asia, primo della FP1.

I protagonisti della classe minore segnano dai primi giri già tempi molto più bassi rispetto alla FP1. 2:02.018s il crono di riferimento segnato dal portacolori Aspar Jorge Martin subito battuto dai piloti di casa Romano Fenati e Andrea Migno, SKY Team VR46. Bene anche Brad Binder. Il pilota Red Bull KTM nella prima sessione è rimasto nel basso classifica, senza spingere sulla pista ancora umida. Ora si appresta ad essere uno dei protagonisti del GP italiano con il primo crono di 2:00.110s poi battuto dal tempo di 2:00.025s di Fenati.

In questa seconda sessione più o meno tutti i piloti di alta classifica si affacciano in vetta come Niccolò Antonelli, Ongetta-Rivacold e Enea Bastianini, Gresini Racing. Ora terzo e settimo a meno 25 minuti dalla fine. In mezzo ai due, Nicolò Bulega, SKY Team VR 46, Hiroki Ono e Jorge Navarro, Estrella Galicia 0,0. Ottimo terzo tempo temporaneo per Di Giannantonio, compagno di box di Antonelli.

La classifica cambia ancora e il primato diventa giapponese con Ono che fissa il miglior crono di 1:58.762s in alto alla tabella tempi. Il giapponese di Honda partì dalla prima fila di gara nel 2015 al Mugello e si migliora nei passaggi seguenti, 1:58.489s che alla fine sarà il primo tempo del venerdì. Alexis Masbou, team Peugeot Saxoprint, abbandona la moto a bordo pista in balia di problemi meccanici.

Negli ultimi quattro minuti molti piloti provano ad attaccare il tempo di Ono come Di Giannantonio che sale al secondo posto e lo stesso Binder che però trova del traffico e non riesce a raggiungere il miglior crono. La vetta non cambia e il pilota Honda è primo, nuovo secondo è Bagnaia, terzo definitivo Di Giannantonio, quarto il sudafricano Binder su KTM e poi Navarro a 0.524s. Fenati è sesto, Antonelli, ottao davanti a Bulega e Bastianini.

Tutti i tempi delle FP1 e FP2 qui.