La seconda sessione di prove libere della Moto3 a Termas de Rio Hondo è all’insegna del miglioramento climatico, con il sole che ha sbaragliato il pericolo di pioggia. Ma anche l'asfalto ormai è "gommato" e pulito, dopo le tre sessioni di prove mattutine.

Il più veloce è Joan Mir (Leopard Racing), migliore anche della FP1. Il maiorchino primeggia davanti a Romano Fenati (Marinelli Rivacold) e a Nicolò Bulega (Sky Team VR46), in grande recupero rispetto al primo GP.

Il migliore della prima sessione era stato Joan Mir, e il pilota Leopard Racing chiude la giornata con il primato anche nella FP2, con il crono di 1:50.686.

Romano Fenati è autore di un’ottima seconda sessione di libere: l'ascolano risponde al primato del maiorchino ma a sua volta è inseguito da Nicolò Bulega. Il portacolori dello Sky Team VR46 chiude il suo venerdì con 6 decimi di ritardo da Mir mentre il suo compagno di box Andrea Migno è in quattordicesima posizione

A brillare da metà sessione in poi è il bianco della Honda di John McPhee, il primo a scendere sotto il muro dell’1:51 e a mettersi al comando della tabella crono con il tempo di 1:50.940s. Il pilota del Britsh Talent Team perderà posizioni e chiuderà al quinto posto con una prestazione da voto 7.

Ma prima del tempo dello scozzese a provare l’assalto alla vetta della classifica combinata è Niccolò Antonelli, più in difficoltà nella FP1 ma che chiude la sessione come quinto della combinata. Bene per il portacolori del team Red Bull KTM Ajo. Sesto tempo per Juanfran Guevara.

Enea Bastianini migliora ma il suo miglior crono equivale al decimo tempo, mentre  Fabio Di Giannantonio, pilota del Del Conca Gresini, mette a segno solo il sedicesimo crono. Meglio di lui il compagno di box Jorge Martin dodicesimo dietro al pilota del team Sic58 Squadra Corse Tatsuki Suzuki.

Qui i crono della Moto3 nella prima giornata a Termas de Rio Hondo.