Il padrone dell'edizione 2017 della Classe Moto 3 è senza dubbio Joan Mir che in Malesia non si è accontentato di essersi presentato da Campione del mondo ma ha voluto ribadire la sua leadership portando a casa la decima vittoria in stagione e lo ha fatto con una prova di forza. In partenza, infatti, le cose non si erano messe particolarmente bene, con Martin che era partito benissimo e grazie a una ottima interpretazione iniziale delle traiettorie era riuscito ad allungare.

Alle sue spalle c'erano Bendsneyder e Mir che però sentivano l'alito del gruppone sulle loro spalle. Nel frattempo, all'inizio del secondo Suzuki e Fenati sono quasi arrivati al contatto in staccata, con il pilota che giapponese sbagliava la frenata perdendo aderenza al posteriore e di conseguenza la moto lo sparava in aria. Nei giri successivi il vantaggio di Martin saliva fino a circa un secondo e mezzo, ma alle sue spalle il gruppone si era sgrantato e Mir comandava la prima pattuglia degli inseguitori, tallonato da Enea Bastianini e Livio Loi

Ma la fuga di Martin si concludeva a 10 giri dalla fine, per merito di uno scatenato Mir che non ha mai mollato un centimetro portandosi dietro anche Bastianini. Così, a sette giri dalla fine si formava un terzetto in lotta per la vittoria.

Vittoria che avrebbe anche potuto decidersi con una volata collettiva, se non fosse che a tre giri dalla fine c'è stato un duro spalla a spalla tra Bastianini e Martin in uscita di curva, con l'italiano costretto ad allargare oltre il cordolo perdendo diverso tempo. Ovviamente, da questo contatto si avvantaggiava Mir che prendeva quel tanto di distacco che gli bastava per vincere tranquillamente, mentre Martin superava Bastianini all'ultima curva.

qui i risultati completi