Lo Sky Racing Team VR46 ha disertato i primi test ufficiali dell’anno a Valencia pronosticando un meteo non favorevole, ma anche perché aveva un impegno importante: quello della presentazione ai media e agli appassionati della compagine per il 2018, avvenuta oggi. Quattro piloti, tutti i italiani suddivisi in due team: uno per la classe cadetta della Moto3 e uno per la mediana Moto2.

Moto2 - Per il secondo anno consecutivo, il Team correrà in Moto2, con Kalex. Dopo l’ottimo esordio nel 2017, impreziosito dal titolo di “Rookie of the Year”, Francesco ‘PeccoBagnaia è tra i piloti più attesi del campionato, pronto a lottare con i più forti.

“Il primo anno in Moto2 è stato ricco di soddisfazioni e risultati importanti, conseguiti grazie al lavoro di tutto il Team”, dichiara Bagnaia. Abbiamo dimostrato di essere competitivi, abbiamo fatto esperienza nel nostro anno da Rookie della categoria e, grazie alle novità tecniche, adesso abbiamo l’opportunità di giocarci delle carte importanti per il Campionato. Siamo motivati a continuare il nostro percorso di crescita e a lottare con i più forti”, conclude Bagnaia.

Accanto a Bagnaia, dopo l’esperienza maturata negli ultimi due anni nella classe intermedia, ci sarà il fratello minore di Valentino Rossi, Luca Marini, al debutto con i colori dello Sky Racing Team VR46.

“Dopo due anni di esperienza in Moto2 e i buoni piazzamenti dello scorso anno, questa sarà sicuramente una stagione chiave per me”, dichiara Luca Marini. “Esordirò con il nuovo Team e sono già molto soddisfatto del lavoro fatto nella pre season con tutti i nuovi tecnici. L’obiettivo è fare un altro step in avanti e avvicinare i più forti: ho la fortuna di far parte di una delle squadre più competitive della categoria”.

Moto3 - Nuovi obiettivi anche in Moto3, che continua la collaborazione con KTM. I piloti sono due campioni mondiali junior CEV: Nicolò Bulega, che ha vinto il titolo nel 2016, e Dennis Foggia, trionfatore della scorsa stagione e alla sua prima stagione intera in Moto3. Dopo un inverno dedicato al recupero e alla fisioterapia, a causa dell’infortunio del novembre scorso, Nicolò Bulega è pronto a tornare protagonista in pista.

“Lo scorso anno è stato più difficile del previsto e ho chiesto al team di poter fare un’altra stagione in Moto3 per continuare il mio percorso di crescita”, spiega Bulega. “L’infortunio a fine anno ha reso le cose più complicate, ma ho sfruttato l’inverno per recuperare al meglio.

"Non vedo l’ora di risalire in sella per capire esattamente qual è la mia situazione fisica. Ho voglia di tornare al lavoro sulla nuova KTM”, conclude Bulega.

Anche Dennis Foggia, il più giovane del campionato tra gli italiani, inizia la nuova avventura in Moto3, dopo aver vinto il titolo mondiale nello Junior CEV lo scorso anno con lo Sky VR46 Junior Team. 

“Non vedo l’ora d’iniziare questa avventura nel Mondiale con lo Sky Racing Team VR46”, ha detto Dennis Foggia. “Sono davvero contento di poter esordire con il Team che mi ha già supportato lo scorso anno nel CEV, è il sogno che avevo fin da quando ero bambino. Gli obiettivi sono imparare, crescere, fare esperienza e riuscire a prendere il ritmo di questo Campionato. Darò il massimo, cercherò di divertirmi e di centrare la Top10”.

Impegno e passione - Il semaforo verde della stagione dello Sky Racing Team VR46 si accenderà il 18 marzo in Qatar. Prima della gara d’esordio sul circuito di Losail, però, saranno diverse le tappe di avvicinamento, a partire dai test in programma la prossima settimana sul tracciato di Jerez de la Frontera.

Per il quarto anno consecutivo Pablo Nieto si conferma un punto di riferimento dello Sky Racing Team VR46, nel suo ruolo di Team Manager, sia in Moto3 che in Moto2.

“Abbiamo una grande opportunità in questo 2018 e come un vero team lavoreremo con impegno, passione e professionalità senza lasciare nulla al caso”, ha dichiarato Pablo Nieto.

“Ci aspettiamo grandi cose da Pecco (Francesco, ndr): ha dimostrato di saper essere competitivo e, con le novità tecniche introdotte per la nuova stagione, potrà giocarsi delle carte importanti e farci divertire.

Anche Luca, grazie all’esperienza accumulata, è pronto a diventare uno dei più forti della categoria.

"Gli obiettivi sono ambiziosi anche in Moto3: saremo in pista con la nuova KTM, che inizieremo a testare dalla prossima settimana”, ha concluso Nieto.