In questo momento, Jorge Martin è il pilota più in forma della Moto3. L’ha dimostrato anche oggi, sul circuito di Austin, dove ha centrato la seconda vittoria stagionale (su tre gare fin qui disputate) dopo aver sfruttato la sua esperienza nelle fasi finali della gara.

RIMONTA BESTIALE - L’alfiere Del Conca Gresini (Honda) ha salutato la compagnia dei sei avversari a cinque giri dalla fine, accumulando un vantaggio che gli ha permesso di tagliare il traguardo a braccia alzate. Alle sue spalle, è stata grande Italia. Secondo si è piazzato Enea Bastianini (Leopard Racing - Honda), che ha concretizzato al meglio una bella rimonta iniziata da metà gara. Il “Bestia” ha preceduto Marco Bezzecchi (Redox PruestelGP - KTM) che dopo l’exploit argentino è tornato sul podio, chiudendo terzo a quattro secondi dal vincitore e diventando ormai una certezza azzurra della Moto3.

DIGGIA ERRORE - Bravo anche Andrea Migno, quarto. L’alfiere KTM è risalito forte dalle retrovie, beffando nel finale un Fabio Di Giannantonio capace di lottare con Martin per la vittoria per tre quarti di gara e poi, anche a causa di un errore in staccata, finito a giocarsi il podio con Bezzecchi e Migno. 
A chiudere la top ten, nell’ordine, Oettl, Kornfeil, Canet, Suzuki e Loi. Fuori dalla zona punti, Dennis Foggia (tra i protagonisti delle prime fasi, in cui è stato anche al comando della gara ma poi ha pagato il calo delle gomme), Lorenzo Dalla Porta e Tony Arbolino. Cadute per Niccolò Antonelli (poi ripartito e finito ultimo) e Nicolò Bulega, che continua il suo “periodo nero”.