“Il futuro è dietro l’angolo. Ready to go!” annuncia Max Biaggi tramite i suoi profili social postando la foto che lo ritrae insieme a Aaron Canet, il suo pilota, e con Peter Öttls, l’ex pilota che finora ha appoggiato la carriera del figlio Philipp con la sua scuderia SüdMetall SchedlGP. Proprio quest’ultima, adesso si è fusa con la compagine del ‘Corsaro’, che quindi è pronto per rientrare nel Motomondiale, ma da team principal.

Per il romano, del resto, la sua nuova attività è ormai una realtà da tre anni: la sua compagine ha già fatto esperienza nel CIV e nel CEV, ed ora Max si sente pronto per la sfida iridata.

Nel 2019 il Max Racing Team schiererà una KTM con Aron Canet, pilota spagnolo reduce da tre stagioni con il team Estrella Galicia 0,0. Un curriculum niente male quello di Canet: tre vittorie, sei podi e un terzo posto come miglior piazzamento in campionato nel 2017. E quest’anno è attualmente sesto.

LA SFIDA INFINITA - In qualche modo si tornerà a ripetere la sfida con l’antico rivale Valentino Rossi, che già da qualche anno ha fondato il VR46 Racing Team. Nel 2019 la squadra pesarese vedrà in pista Dennis Foggia e Celestino Vietti.

Questa volta Biaggi e Rossi si sfideranno dal muretto, ma l’impegno di entrambi, siamo pronti a scommetterci, sarà lo stesso di quando si confrontavano insieme in moto. Nella classe cadetta, fra l’altro, questo ‘scontro’ non si verificò mai, perché quando Valentino debuttò in 125 Max Biaggi aveva già vinto due mondiali in 250. Adesso è il momento.