A Sepang, Jorge Martin è diventato campione del mondo alla sua quarta stagione di Moto3. Ci è riuscito dopo due anni di apprendistato con la Mahindra e dopo aver sfiorato il podio assoluto nel 2017 (quarto posto) alla sua prima apparizione con la Honda gestita da Fausto Gresini. Una grande soddisfazione anche per il team italiano, che dopo due corone conquistate nella sua storia nella classe di mezzo (nel 2001 con Kato e nel 2010 con Elias) centra la vittoria anche in quella più piccola.

DOPPIA VITTORIA - “Mi è passata tutta la vita davanti - dice il fresco iridato - io vengo da una famiglia umile ed è sempre stato difficile arrivare dove siamo ora. Quindi ringrazio tutti quelli che in questi anni mi hanno supportato, fatto crescere dalla “cuna de Campeones”, passando per la Rookies e ovviamente il Team Gresini. Sinceramente ho visto questo titolo sfuggirmi di mano in Thailandia quando pensavo di non poter correre. Ci siamo riusciti e ringrazio davvero tutti, incluso i miei rivali. Vincere il mondiale vincendo la gara è una delle cose più belle in assoluto, grazie davvero a tutti”.