Nessun turno di prove libere in questa giornata, ma qualifiche dirette per i piloti della Moto3 così come per quelli della Moto2. Pioggia e fulmini che non hanno sorpreso troppo dato che le previsioni meteo ne avevano lungamente parlato, non hanno fermato le qualifiche per i pilotini della “piccola” categoria, ma di certo hanno fatto si che Q1 e Q2 fossero un po' “scombussolate”.

ANTONELLI SUONA LA CARICA - Chi però, è riuscito meglio ad adattarsi alle condizioni avverse con asfalto bagnato, è stato Niccolò Antonelli del team Sic 58 Squadra Corse che ha conquistato la pole position al COTA.
Per lui il best lap in 2:31.346 ottenuto a un minuto dalla bandiera a scacchi.
Pole position che è stata consegnata all'italiano sul filo del rasoio dato che il rookie Raul Fernandez (Angel Nieto Team) ha lottato fino allo scadere dei minuti per riuscirgli a strappare il primo posto.

PILOTI IN GRIGLIA - “Sono contento, non l'avrei mai detto. – commenta Antonelli - Sul bagnato ero bloccato, invece quest'anno siamo veloci e sono molto contento. Partendo dalla Q2 non avevo ritmo sul bagnato e invece è andata bene.”
Alle sue spalle, domani, partirà Raul Fernandez affiancato da Gabriel Rodrigo del team Gresini Moto3 e Jaume Masia.
Bella prestazione in qualifica anche per Darryn Binder ( CIP Green Power) che è stato il più veloce delle Q1 e che per la prima parte delle Q2 è riuscito a fare giri veloci rischiando di aggiudicarsi la pole.

ITALIANI DIETRO - Gli italiani, Antonelli escluso, non sono invece stati troppo fortunati con Lorenzo Dalla Porta caduto ma che è riuscito ad ottenere l'undicesima posizione e che fa da apripista a Romano Fenati dodicesimo, Andrea Migno tredicesimo e Dennis Foggia quattordicesimo.
Diciottesimo posto, infine, per Tony Arbolino che domani dovrà partire attardato rispetto agli avversari.