E' stata una gara folle quella di Assen che ha visto come protagonisti i piloti della Moto3.
Tanti i sorpassi, gli errori e i long lap penalty, ma anche qualche caduta, che nel corso della gara hanno stravolto più e più volte la classifica.
A spuntarla su tutti è stato un fantastico Tony Arbolino alla sua seconda vittoria stagionale che con un sorpasso su Lorenzo Dalla Porta all'ultimo giro si è intascato il gradino più alto del podio.

LA GARA - Partiti subito fortissimo, li piloti della Moto3 ha avuto ritmi serrati fin dai primi giri.
All'inizio sembrava che i più veloci fossero il giapponese Toba, il portacolori del team Sic58 Niccolò Antonelli, ma anche Arbolino e Fenati.
Nel corso della gara, però, tutto si è stravolto e oltre ad una bagarre da cardiopalma e alcune cadute ai danni di Suzuki, Fernandez, Vietti e Toba mentre erano nelle posizioni alte della classifica, ma anche di Binder e Masia, in lotta sono rimasti Jakub Kornfeil, Lorenzo Dalla Porta e Tony Arbolino.
A pochi giri dalla fine, però, c'è stato un altro colpo di scena con Kornfeil richiamato dalla direzione gara per essere uscito sul verde della pista e quindi costretto a fare un long lap penality.
Ne hanno approfittato quindi Dalla Porta e Arbolino con un sorpasso dell'alfiere del team Snipers su quello del team Leopard Racing deciso all'ultimo settore della pista.
Kornfeil è comunque riuscito a rientrare dal long lap penalty con estrema velocità e si è portato in terza posizione.
Grande assente della giornata Aron Canet arrivato soltanto dodicesimo.
La classifica iridata si accorcia così in favore del toscano Dalla Porta che arriva a meno sette punti dal capolista Canet.

QUI l'ordine d'arrivo completo con i risultahttp://www.motogp.com/en/Results+Statisticsti nel dettaglio.