E' stata una gara come sempre decisa all'ultimo giro quella della Moto3 a Brno.
Gara che ha regalato pura magia azzurra grazie ai piloti italiani che hanno fatto emozionare fino alla fine.
A spuntarla su tutti è stato però Aron Canet, il pilota dello Sterilgarda Max Racing team che, oltre a prendersi il primo gradino del podio, è riuscito a strappare la leadership del mondiale a Lorenzo Dalla Porta, arrivato secondo grazie ad una grande rimonta di 15 posizioni.
Ma la Repubblica Ceca ha regalato anche un bellissimo podio a Tony Arbolino, scattato dalla pole position e che forse si aspettava qualcosa di più in questa gara.

ANTONELLI, CHE RIMONTA- Da annoverare negli annali della Moto3, è però anche la fantastica rimonta di Niccolò Antonelli che in questa gara ne ha viste di tutti colori: il pilota del team Sic58 Squadra Corse avrebbe dovuto scattare dalla terza posizione in griglia, ma nel warm up ha fatto spegnere il motore alla moto ed è stato costretto così a partire dalla pit lane.
Da qui, è scattata la sua gara a dir poco favolosa, nella quale è riuscito a risalire fino ad arrivare in seconda posizione, in bagarre con Dalla Porta e Arbolino, ma l'ultimo attacco di Aron Canet per acciuffare la vittoria, insieme ai sorpassi di Jaume Masia lo hanno spinto fino alla quinta posizione.

TANTISSIME CADUTE - Buone anche le posizioni di arrivo di Andrea Migno e Romano Fenati settimo e ottavo alle spalle di Ai Ogura mentre i due piloti dello Sky Racing team VR46 Dennis Foggia e Celestino Vietti Ramus hanno chiuso in quindicesima e diciannovesima posizione.
Vietti è stato vittima anche di una caduta ad inizio gara, ma è poi riuscito a risalire in sella proseguendo con qualche evidente difficioltà fino alla fine.
Oltre a quella di Celestino, tante sono state le cadute, undici per l'esattezza, che hanno fatto perdere alla competizione molti dei suoi protagonisiti: tra queste, quella di Tatsuki Suzuki, John Mcphee, Yukii Kunii che si è infortunato al braccio, Alonso Lopez e Sergio Garcia, entrambi del team Estrella Galicia, Marcos Ramirez e l'italiano Riccardo Rossi.

L'ordine di arrivo:

Aron Canet
Lorenzo Dalla Porta
Tony Arbolino
Jaume Masia
Niccolò Antonelli
Ai Ogura
Andrea Migno
Romano Fenati
Jakub Kornfeil
Darryn Binder