Tony Arbolino protagonista assoluto del terzo turno di prove libere al Red Bull Ring, dove ha siglato il giro più veloce mettendo a segno anche il nuovo record della pista. Con il crono di 1:35.778, il portacolori del team VNE Snipers ha polverizzato il primato stabilito nel 2016 da Joan Mir, che aveva girato in 1’36.228.

LA TOP TEN - Anche Jaume Masia aveva fermato il cronometro sotto il record di Mir, ma il giro dello spagnolo è stato cancellato per irregolarità e invece che al secondo posto ora il pilota di Dubai è al sedicesimo, e dovrà affrontare la sfida di Q1. A ereditare il secondo posto è stato John McPhee, che però ha rimediato oltre mezzo secondo di distacco da Arbolino. Bene anche diversi altri italiani: ben quattro nella top 10, con Lorenzo Dalla Porta autore del terzo tempo, Niccolò Antonelli in quinta posizione alle spalle di Marcos Ramirez, a poco più di 6 decimi dalla vetta. Celestino Vietti, dominatore del venerdì, è settimo a 7 decimi dal connazionale leader della sessione, alle spalle di Ai Oguria e davanti a Kaito Toba e Tatsuki Suzuki. A completare la top ten, il pilota del team di Max Biaggi, Aron Canet.

GLI ALTRI ITALIANI - Di poco fuori dalla top 10 Dennis Foggia, tredicesimo, mentre Andrea Migno ha chiuso il terzo turno di prove libere al sedicesimo posto. Diciannovesimo crono per Romano Fenati, venticinquesimo Riccardo Rossi, ventinovesimo Stefano Nepa.

Qui i tempi di FP3 al Red Bull Ring.