Aron Canet, lo spagnolo del team capitanato da Max Biaggi, ha siglato il terzo successo stagionale nel GP di casa, sul circuito di Aragon. Una vittoria importante, perché lo proietta a meno 2 punti dalla vetta della classifica, con la complicità di una gara difficile vissuta dal leader Lorenzo Dalla Porta, decimo al traguardo ma undicesimo in classifica dopo una penalità per track limit. In un colpo solo, Canet ha accorciato le distanze di ben 20 punti dal pilota toscano. Ottimo terzo posto per il romano Dennis Foggia, autore di una gara aggressiva dopo essere scattato dall’undicesima posizione in griglia.

LA GARA - Per Canet è stata una gara vissuta sempre in testa: così come aveva dominato le qualifiche, siglando il giro migliore con 7 decimi di vantaggio sugli altri, ha mostrato un predominio analogo anche in gara. Dopo essere scattato dalla pole position è riuscito a mantenersi davanti a tutti per concludere con quattro secondi e mezzo di vantaggio sugli inseguitori: il gap maggiore dall’inizio della stagione.

Alle sue spalle si sono alternati diversi piloti: a cominciare dal diciassettenne Alonso Lopez, che si è incollato a Canet per i primi tre giri per poi tornare alle sue spalle altre due volte, fino a metà gara, puntando al suo primo podio della stagione. Ma alla fine ha dovuto accontentarsi della quinta posizione.

A conquistare la seconda piazza è stato Ai Ogura: il diciottenne giapponese del team Honda Asia è risalito dalla sesta posizione, ha militato in testa al gruppo degli inseguitori per quasi tutta la gara ed è stato bravo ad imporsi su Dennis Foggia, che ha provato il colpaccio fino all’ultimo per poi piazzarsi sul terzo gradino del podio.

In seconda piazza, nelle prime fasi di gara, si è fatto vedere anche Tony Arbolino, che però da metà gara in poi ha perso posizioni e alla fine ha concluso in top ten. Il toscano era partito dodicesimo ma alla fine del primo giro era in sedicesima piazza, per tagliare il traguardo in decima posizione. Con la penalità di un piazzamento per aver ecceduto il track limit nell’ultimo giro, Arbolino lo ha scavalcato. Ma adesso il pilota lombardo è a -29 punti dalla vetta.

Sono mancati all’appuntamento con le posizioni che contano ben tre dei primi cinque in classifica: peggio di Arbolino e Dalla Porta ha fatto Marcos Ramirez: il vincitore in Gran Bretagna, è caduto infatti alla curva cinque e ha siglato il suo quinto zero della stagione.

GLI ALTRI ITALIANI – Per quanto riguarda gli altri italiani, Celestino Vietti si è piazzato quattordicesimo, mentre Andrea Migno ha concluso fuori dalla zona punti. Ventidueesimo al traguardo Davide Pizzoli davanti a Stefano Nepa, ventiseiesimo Riccardo Rossi.

Qui la classifica della gara della Moto3.