Le lunghe e stressanti giornate delle verifiche sono finalmente terminate ed oggi la Dakar 2015 ha lasciato Buenos Aires per la prima tappa. Nulla di impegnativo, una velocissima speciale di 175 chilometri e tanto, tanto asfalto per raggiungere il bivacco di Villa Carlos Paz, a pochi chilometri da Cordoba. Primo vincitore del 2015 è Sam Sunderland, inglese residente a Dubai, giovane pilota su cui KTM punta molto. Dopo aver vinto la sua prima tappa alla Dakar lo scorso anno, ma in sella alla Honda, quest’anno ha voluto aprire le danze sfruttando la sua velocità e precedendo di soli cinque secondi il portoghese Paulo Goncalves. Distacchi ovviamente ridotti in una speciale che era poco più che un lungo prologo, con il campione uscente Marc Coma terzo al traguardo staccato di poco più di un minuto. Joan Barreda, uno dei più determinati a provare a detronizzare Coma, ha chiuso subito alle sue spalle davanti alla Sherco di Alain Duclos. Si ripropone quindi l’atteso duello KTM/Honda, con i primi quattro al traguardo alternati tra le due marche. Ottima prova per Matthias Walkner, ex campione del Mondo di motocross MX3, al suo debutto alla Dakar. Altrettanto ottima la prova di Laia Sanz, diciassettesima al traguardo. Alessandro Botturi, nella sua nuova avventura con Yamaha, è partito molto guardingo, terminando ventisettesimo. Domani la bussola sarà puntata su San Juan e si comincia a fare sul serio con una speciale di 518 chilometri. Edoardo Bauer   DAKAR RALLY, Prima tappa, 04/01/2015 Classifica generale moto 1. Sam Sunderland - KTM - 1’18”57 2. Paulo Goncalves - Honda - +5” 3. Marc Coma - KTM - +1’12” 4. Joan Barreda Bort - Honda - +1’41” 5. Alain Duclos - Sherco - +2’08” 6. Jeremias Israel Esquerre - Honda - +2’16” 7. David Casteu - KTM - +2’36” 8. Matthias Walkner - KTM - +2’42” 9. Pablo Quintanilla - KTM - +2’58” 10. Ruben Faria - KTM - +3’02” 27. Alessandro Botturi - Yamaha - +6’35” 34. Paolo Ceci - KTM - +9’34