CHILECITO – Dopo la massacrante tappa di ieri, la Dakar ha fatto nuovamente rotta verso nord per raggiungere Chilecito, alla base delle Ande che verranno attraversate domani. Una tappa di minore intensità rispetto a quella di ieri, che ha permesso ai piloti di godere fantastici paesaggi tra piste di terra rossa e stretti canyon. La sorpresa della giornata è venuta dalla vittoria di Matthias Walkner: il ventottenne austriaco, già campione del mondo di motocross MX3, è al suo secondo rally dopo il debutto in Marocco lo scorso ottobre e può già fregiarsi di una vittoria di tappa alla Dakar. Ha preceduto di quaranta secondi il suo capitano Marc Coma, che dopo i problemi di ieri ha iniziato la strada del recupero su Joan Barreda. Lo spagnolo della Honda, dal canto suo, non ha concesso molto al rivale, solo poco più di un minuto. Quarto posto per l’altra rivelazione della Dakar 2015, l’australiano Toby Price che si sta perfettamente adattando alle pesanti moto utilizzate alla Dakar. Poco secondi dietro troviamo Paulo Goncalves, che ha preceduto la Sherco di Alain Duclos. Giornata decisamente migliore per Alessandro Botturi: dopo essere svenuto ieri alla fine della speciale, oggi il bresciano ha avuto problemi solo con la polvere, non potendo ovviamente esprimersi al massimo. Alessandro ha comunque ottenuto il quattordicesimo posto e speriamo raggiunga presto la top ten, dove i piloti partono a 2 minuti l’uno dall’altro. 39° posto per Paolo Ceci, impegnato come lo scorso anno a fare da “guardaspalle” al boliviano Salvatierra.

Barreda (nella foto) guida la generale con 5 minuti sul compagno nel team HRC, Paulo Goncalves, mentre Walkner è terzo per pochi secondi davanti a Coma.

Domani la Dakar emigra in Cile, attraverso il Paso de San Francisco a 4800 metri. 315 i chilometri di speciale, che porteranno a Copiapo, in pieno Deserto di Atacama.

Edoardo Bauer